mercoledì 7 dicembre 2022
  breaking news

Nautica e prezzi: cosa comporta il ritardo delle materie prime?

Il mondo della nautica è diviso tra il boom della richiesta del mercato e i ritardi nelle consegne delle materie prime, si rischia l’aumento dei prezzi?

Nautica e prezzi: cosa comporta il ritardo delle materie prime?
Nautica e prezzi: cosa comporta il ritardo delle materie prime?

Non è un mistero che il mondo della nautica in questo momento viva di una situazione particolare, diviso tra il boom di domanda del mercato e la difficoltà di accontentare le richieste a causa della difficoltà nel reperire le materie prime.

Un problema che interessa trasversalmente un po’ tutti i settori del comparto, non solo i cantieri ma anche il mondo degli accessori e dell’abbigliamento.

Perché si è creata questa situazione?

La difficoltà nel reperire le materie prime è iniziata con la pandemia e si sta acuendo adesso con la guerra in Ucraina. Il Covid ha innescato il problema, con molte fabbriche in est Europa e in Asia che sono rimaste chiuse per mesi o hanno lavorato a capacità ridotta, una situazione che in alcune province asiatiche continua ancora adesso.

Anche il mondo della nautica in parte dipende da queste regioni per quanto riguarda le materie prime, la realizzazione di componenti o anche di interi prodotti. La catena di vendita si è quindi inceppata da tempo, e con l’est Europa adesso “intasato” dalla guerra in Ucraina la situazione dei mezzi di trasporto si è ulteriormente complicata e i ritardi nella consegna delle merci stanno aumentando.

Cosa comporta questo scenario per tutti gli appassionati di nautica, di vela e di diporto?

Il primo dato è quello più logico: i tempi di attesa per i prodotti, siano essi abbigliamento, accessori, attrezzatura di coperta o le barche vere e proprie, si allungano di molto. Per una barca nuova in alcuni casi possono volerci ormai anche più di due anni per una consegna probabile.

Il rischio aggiunto è quello di vedere nei prossimi mesi anche un aumento dei costi finali dei prodotti. Con una domanda in crescita, e un’offerta che invece per ora resta bassa, la logica del mercato va in questa direzione, ovvero l’aumento dei prezzi per l’utente finale, cosa che in parte è già in corso.

Non stupiamoci se vedremo quindi aumentare ancora un po’ il costo dei nostri acquisti in questo settore, ma al variare degli scenari internazionali la situazione potrebbe migliorare.

© Riproduzione riservata

Slam Slam Slam
ADVERTISEMENT

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere connesso con il mondo della vela e non perderti i nostri articoli, video e riviste, iscriviti alla nostra newsletter!

Iscriviti

CATEGORIE ARTICOLI