NSS Charter
ADVERTISEMENT
NSS Charter
ADVERTISEMENT
giovedì 19 maggio 2022
NSS Charter
  breaking news

Come pulire le vele della nostra barca a vela

Come pulire le vele della nostra barca a vela

Acqua e sapone, ago e filo e un po' di pazienza. Ecco gli ingredienti per allungare la vita alle nostre vele di dacron

Contenuto riservato agli utenti registrati. Registrarsi è gratuito.

Per leggere l'articolo e per scaricare il PDF fai il o registrati
Il lavaggio delle vele può essere eseguito semplicemente con acqua e un po' di detersivo se si tratta di togliere solo la salsedine. In presenza di macchie di ruggine si deve far ricorso a prodotti specifici. E’ bene non rinviare l’intervento per evitare che le macchie si espandano e si consolidino

Alla fine della stagione, o comunque dopo un uso intenso, la barca nel suo insieme ha bisogno di una pulita e controllata a fondo per poterla avere sempre in ordine. E’ un dovere, ma anche un piacere, che ce la fa conoscere più a fondo, permettendoci di restituirle, con il nostro lavoro, le ore di piacere intenso che ci ha donato.

L’elenco di piccoli interventi che abbiamo compilato durante la stagione, diventa a questo punto un utile guida per i lavoretti del weekend. In agenda avremo da dedicarci alle pulizie profonde, al teak, al motore, cambiando olio e filtri, alla verifica delle attrezzature.

Una particolare manutenzione però viene quasi sempre posticipata, come se fosse meno importante o troppo impegnativa: quella delle vele.

Eppure sono loro il motore principale della nostra barca, il mezzo cui affidiamo il piacere e la sicurezza del navigare. Per prendercene cura come meritano e per evitare danni che nel tempo si possono manifestare molto più gravi, non serve fare fatica: sono sufficienti po’ di buona volontà, di spazio e qualche nozione.

Come togliere il sale dalle vele

Innanzi tutto bisogna osservare attentamente le vele nel corso di un’uscita tranquilla. Issate randa e genoa prima, e poi le altre di prua, possiamo annotare con calma tutti i problemi che riscontriamo, i punti maggiormente sporchi, quelli usurati o scuciti.

Una volta fatta la diagnosi, la prima cosa da fare, a prescindere da qualsiasi altro problema, è quella di togliere il sale. Se non sono troppo ingombranti, e se quindi non è

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Registrati per leggere l'articolo integrale. La registrazione è gratuita.

Login

Se sei già registrato fai il login per leggere l'articolo.
More than 100+ articles.

Registrati

Registrati e ottieni il tuo abbonamento gratuito per leggere i contenuti riservati ai nostri abbonati.

© Riproduzione riservata

DINI-UbiM DINI-UbiM DINI-UbiM
ADVERTISEMENT

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere connesso con il mondo della vela e non perderti i nostri articoli, video e riviste, iscriviti alla nostra newsletter!

Iscriviti

CATEGORIE ARTICOLI