Pardo
ADVERTISEMENT
Pardo
ADVERTISEMENT
giovedì 13 giugno 2024
Pardo
  aggiornamenti

3 cose da non fare con il salpa ancora: consigli per una navigazione tranquilla e affidabile

3 cose da non fare con il salpa ancora: consigli per una navigazione tranquilla e affidabile
3 cose da non fare con il salpa ancora: consigli per una navigazione tranquilla e affidabile

La manutenzione del salpa ancora elettrico è essenziale per garantirne il funzionamento efficiente e la lunga vita. Scopri come effettuarla e quali precauzioni adottare per un utilizzo sicuro.

SVN GUIDE CHARTER SVN GUIDE CHARTER SVN GUIDE CHARTER
GUIDE DI CHARTER

Da decenni ormai il salpa ancora elettrico non è più un accessorio per diportisti ricchi o sfaticati ma è uno strumento imprescindibile a bordo anche per ragioni di sicurezza. Se recuperare decine di metri di catena a mano può essere faticoso per chi è in là con gli anni, in condizioni di vento sostenuto anche i più giovani e atletici potrebbero trovarsi in seria difficoltà.

Sul salpa ancora si deve poter fare affidamento, per questo è importante trattarlo con la dovuta cura affinché non ci molli proprio nel momento in cui ne abbiamo più bisogno.

Ecco tre cose da non fare se vogliamo che il nostro salpa ancora duri a lungo e sia sempre pronto ed efficiente.

Dimenticare la manutenzione

Il salpa ancora è un motore elettrico e come tale soffre in ambienti umidi e salmastri; è pertanto importante sciacquarlo con acqua dolce ogni volta che se ne ha la possibilità.

È bene ingrassare a ogni stagione la guarnizione di tenuta del coperchio, aprendolo, e con l’occasione pulire accuratamente i contatti elettrici con una carta vetrata a grana molto fine, scollegandoli preventivamente per una più attenta pulizia.

Controllare regolarmente il livello dell’olio e, fondamentale, ingrassare bene l’asse del barbotin.

Evitare di lasciare il musichiere nel gavone dell’ancora durante la stagione invernale e pulirne regolarmente i contatti spruzzando WD40 o altro prodotto equivalente.

Ogni cinque anni circa il nostro salpa ancora va fatto revisionare da uno specialista, che provvederà a controllare o sostituire le spazzole del motore.

Sforzarlo più del consentito

Il salpa ancora deve essere dimensionato per il lavoro che è chiamato a svolgere. Deve avere potenza adeguata al peso della barca, a quello dell’ancora, e della catena. Occorre comunque non sovraccaricarlo di lavoro, quindi non forzare il recupero in caso di incaglio dell’ancora.

Non serrare a morte la frizione a meno che non sia necessario, così da farla slittare nell’eventualità di un blocco improvviso nel recupero della catena.

Accertarsi che abbia adeguata alimentazione elettrica misurando con il tester, quando si fa manutenzione, il voltaggio sui contatti. Cavi ossidati portano a una caduta di tensione molto elevata. E occhio alla carica delle batterie perché gli assorbimenti sono notevoli.

Dimenticare di utilizzare uno stroppo

Il salpa ancora non è fatto per ricevere sollecitazioni troppo importanti durante l’ancoraggio. Una volta terminata la manovra, fissare sempre (a meno di calma piatta) uno stroppo alla catena e dare volta su una galloccia; poi filare un metro di catena così da liberare il barbotin.

Anche quest’ultimo soffre a restare in tensione e i denti che afferrano la catena tendono a consumarsi rapidamente se sottoposti a sforzo continuo.

Si tenga presente che gli strappi dovuti all’onda e che si ripercuotono sul salpa ancora possono provocare danni importanti al fissaggio sullo scafo, anche sradicando la tavoletta resinata sulle paratie su cui il verricello poggia.

Ricordiamo che l’uso del salpa ancora, per quanto apparentemente semplice e intuitivo e per questo generalmente delegato alle persone poco pratiche, è uno strumento molto pericoloso per le mani e anche per i piedi, soprattutto in estate quando sono generalmente tenuti scoperti. È opportuno che chi si occupa di calare o recuperare l’ancora indossi sempre le scarpe.

In conclusione possiamo dire che il salpa ancora elettrico è uno strumento fondamentale per la navigazione, ma richiede attenzione e cura per garantire un funzionamento efficiente e duraturo.

Una manutenzione regolare, il controllo dell'alimentazione elettrica e il corretto utilizzo, evitando di sovraccaricare il motore e utilizzando sempre uno stroppo, sono tutte azioni importanti per prolungarne la vita e prevenire eventuali danni o guasti.

Inoltre, è fondamentale utilizzare il salpa ancora con cautela e indossare sempre le scarpe per prevenire lesioni alle mani e ai piedi.

Seguendo queste semplici consigli chi naviga può godere di una navigazione più tranquilla e affidabile con il proprio salpa ancora elettrico.

© Riproduzione riservata

SVN VIAGGI SVN VIAGGI SVN VIAGGI
ARTICOLI DI VIAGGI
DINI-UbiM DINI-UbiM DINI-UbiM
PUBBLICITÀ
SVN Magazine SVN Magazine SVN Magazine
SVN SOLOVELANET

ARGOMENTI

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere connesso con il mondo della vela e non perderti i nostri articoli, video e riviste, iscriviti alla nostra newsletter!

Iscriviti
NSS Charter NSS Charter NSS Charter
PUBBLICITÀ