SVN logo

A Napoli continua lo scempio dell’inqinamento

Alcune zone, tra le più belle del Mediterraneo soffrono di grave inquinamento

Abbonamenti SVN
ADV
Napoli – I dati di Goletta Verde parlano chiaro, il mare di Napoli, Salerno e Caserta non è pulito. In particolare a Pozzuoli, la situazione igenico sanitaria è grave.

I ragazzi di Goletta Verde, non sono riusciti a determinare, in alcuni punti, l’entità delle colonie di topi, tanti questi erano.

Nelle province di Napoli, Salerno e Caserta, i rilevamenti hanno determinato come su 20 località, 14 siano fuori legge, di queste 12 hanno ricevuto il marchio di “fortemente inquinate” e 2 di “inquinate”. Depuratori che non funzionano o funzionano male e generale incuria per tutto ciò che concerne l’inquinamento.

I biologi di Legambiente hanno riscontrato più del doppio dei valori di escherichia coli consentiti dalla legge, il batterio degli scoli fognari possibile causa di infezioni e altri rischi sanitari.

L’inquinamento che porta con sè cattivo odore e pericolo sanitario, è una delle cause maggiori per il costante calo di attività turistica della zona, soprattutto per quello che riguarda i turisti stranieri.

Non si comprende come in un'area a forte tasso di disoccupazione le autorità non facciano di tutto per promuovere la cultura dell’antinquinamento, una cultura che potrebbe riportare queste zone al centro dei grandi movimenti turistici.


© Riproduzione riservata