SVN logo

Lutto nel mondo della vela, addio ad Andrea Patacca

Il 46enne esperto allenatore di Laser si è sentito male mentre era ai Campionati Europei giovanili di Laser in Croazia con due suoi atleti

Abbonamenti SVN
ADV
Lutto nel mondo della vela italiana per l’improvvisa scomparsa di Andrea Patacca, 46 anni, uno dei più esperti e stimati allenatori della classe Laser in Italia. Patacca si trovava in Croazia per accompagnare due atleti del Circolo Nautico Sanbenedettese allo Youth European Championship Eurilca Radial (Laser), nelle acque di Marina di Kastela. Andrea Patacca si è sentito male nella notte, in circostanze che sono ancora da chiarire dato che, come hanno riportato alcuni media locali, ci sarebbe già stato un malore precedente, con una prima visita all’Ospedale di Spalato, il giorno prima della morte.

Regatante di livello prima, allenatore apprezzato nella seconda parte della sua carriera di velista, Patacca ha allenato le squadre sportive dei circoli velici di Cervia, Porto San Giorgio, Civitanova Marche, e negli ultimi anni a San Benedetto, dove era direttore tecnico del settore vela del Circolo Nautico Sambenedettese.

Chiusa in segno di lutto la sede del Circolo, mentre il Presidente della FIV Francesco Ettorre, amico e compagno di regate di Andrea, ha comunicato la decisione della Federazione di osservare un minuto di silenzio in tutte le regate in programma nel prossimo weekend.

Il presidente FIV Francesco Ettorre: “Prima di tutto ho perso un amico con il quale ho condiviso tanti momenti speciali. Andrea era una bellissima persona e un vero uomo di mare. La vela abruzzese e italiana perdono un validissimo tecnico, punto di riferimento per tanti giovani che lo ricorderanno come una fonte di ispirazione e un esempio da seguire. Ciao Andrea!”

Commosso il messaggio del primo cittadino di Giulianova, Jwan Costantini: “C’è troppo vento? Esci e zitto! Non ti dimenticherò mai, sei stato il mio primo istruttore di vela, il primo a farmi scuffiare ed il primo a farmi regatare… Mi hai fatto conoscere il mare, il vento e la passione per le derive! Ciao Amico mio… Buon Vento”.

© Riproduzione riservata

SailItalia
ADV