SVN logo

Super Checco Bruni si laurea campione italiano Moth

Checco Bruni campione italiano Moth, il timoniere di Luna Rossa si lascia alle spalle velisti più giovani, dominando la classifica nazionale

Abbonamenti SVN
ADV
Se a quasi 50 anni vai sul Moth e tieni dietro atleti che sono molto più giovani di te, vuol dire che il “manico” del timoniere è ancora inossidabile, così come la tecnica e la visione del campo di regata.

Francesco Checco Bruni, il timoniere di Luna Rossa, è il nuovo campione italiano della classe Moth, il singolo volante che ormai da qualche anno spopola tra i velisti che amano le alte velocità.

Il campionato si è svolto a Torbole sul Garda, e fin dalla prima giornata Bruni ha dimostrato di essere estremamente competitivo e veloce, andando subito in testa alla classifica generale.

Il Campionato Italiano Moth si è svolto con la formula Open, quindi aperto non solo agli italiani ma anche ad atleti di altre nazionalità che però non concorrevano ovviamente per il titolo nazionale.

Dopo avere dominato la prima giornata, Bruni si è visto superare dai due fenomeni australiani Tom Slingsby e Iain Jensen, rimanendo comunque il primo degli italiani e terzo nella classifica generale di una flotta estremamente competitiva nella quale figurava anche Paul Godison, già medaglia olimpica Laser, specialista Moth e randista di American Magic in Coppa America.

Sul podio della classifica italiana dietro Francesco Bruni si è piazzato Ruggero Tita, il timoniere delle Fiamme Gialle che tra qualche settimana sarà in gara per le Olimpiadi di Tokyo sul Nacra 17 in coppia con Caterina Banti. Terzo posto per Francesco Bianchi.

Impressionante il livello tecnico visto in acqua a Torbole, con tanti velisti che arrivavano dalla Coppa America e dal top delle classi olimpiche, per una barca, il Moth, che ormai è diventata un “must” per il mondo foil.


© Riproduzione riservata