SVN logo

Droni contro Orche

I droni stanno diventando un pericolo per i grandi cetacei

Abbonamenti SVN
ADV
Washington (USA) – La Pacific Whale Watch Association insieme alle associazioni dei tour operator della costa orientale degli Stati Uniti hanno lanciato un allarme per regolare l’uso dei droni quando questi volano vicino ai grandi cetacei in mare.

Negli Stati Uniti il Whale wachting è molto praticato e da pochi anni molti turisti portano con sè dei droni che fanno volare sopra ai cetacei per riprenderli da vicino. Le orche quando avvertono la presenza dei droni si innervosiscono e diventano aggressive, in più di un caso sono arrivate a cercare di attaccare i droni.

Gli skipper delle barche che portano i turisti avvertono i loro passeggeri che una legge negli Stati Uniti vieta di volare a meno di 150 metri dai grandi cetacei, ma la maggior parte di loro non ascoltano, sono convinti che, avendo pagato il biglietto, sono autorizzati a fare quello che vogliono.

A peggiorare la situazione c’è stata ultimamente la sentenza di un tribunale che ha dato ragione a un fotografo professionista multato per aver fatto volare il suo drone a pochi metri da una balena in osservanza alla legge che vieta il sorvolo dei grandi cetacei. L’avvocato del fotografo è riuscito ad avere la meglio perché ha sostenuto che la legge applicata contro il suo cliente non era stata pensata per i droni perché tra i veicoli specificati nel testo i droni non sono esplicitamente menzionati, anche perché al tempo della formulazione della legge i droni non esistevano.

La Pacific Whale Watch Association sta facendo pressioni perché venga emanata una legge specifica che sancisca che non si può volare ameno di 200 yard dagli animali.