SVN logo
SVN solovelanet
lunedì 30 novembre 2020

Bob Ballard a Cipro per studiare Eratostene

L'eploratoe eche ha ritrovato il Titanic e la Bismark, è ora a Cipro per condurre studi su una delle montagna sottomarine più grandei del Mediterraneo

Abbonamenti SVN
ADV
Nicosia - Robert "Bob" Ballard, l'oceanografo Usa che nel 1985 scoprì il relitto del Titanic, é arrivato a Cipro a bordo della nave da ricerca Nautilus per effettuare una spedizione sottomarina nel corso della quale esplorerà con la sua equipe di esperti la montagna sommersa Eratostene, che si trova a circa 100 km a Sud-Ovest di quest'isola mediterranea. Ballard - che oltre per la scoperta del relitto del Titanic é famoso anche per aver localizzato nel 1989 quello della super-corazzata Bismarck, l'unità navale più potente del Terzo Reich - è arrivato a Paphos, sulla costa sud-occidentale di Cipro, e guiderà un team di geologi, biologi e oceanologi.

Il monte Eratostene (dal nome del matematico, astronomo e geografo greco vissuto a cavallo fra il terzo ed il secondo secolo a.C.) è un immenso massiccio sottomarino di circa 120 km di lunghezza e 80 km di larghezza. Il monte si eleva per 2.000 metri al di sopra del circostante fondo marino (profondo oltre 2.700 metri), la sua cima si trova alla profondità di 690 metri e per gli oceanografi costituisce uno dei punti più interessanti del fondo marino del Mediterraneo orientale. Il Programma di Esplorazione Nautilus - in cui rientrano le ricerche sul monte Eratostene - è stato lanciato da Ballard nel 2008 ed è un'iniziativa congiunta di esplorazione degli oceani dell'Ocean Exploration Trust.

Nella missione, Ballard sarà affiancato da Katherine Croff Bell. Nelle passate esplorazioni della zona, ha detto Croff, è stata rilevata l'esistenza di un liquido che potrebbe contenere metano, però - ha sottolineato la ricercatrice - "attualmente non siamo qui per l'energia". La spedizione dovrebbe durare due settimane. Dopo Cipro, il Nautilus farà rotta verso Nord per condurre una serie di rilevamenti sui fondali del Mar Egeo sud-orientale al largo della località turistica di Bodrum, sulla costa mediterranea della Turchia.