SVN logo
SVN solovelanet
domenica 29 novembre 2020

Marinaio cade da un pennone della Vespucci

Ieri mattina un sottocapo nocchiere è caduto da uno dei pennoni dell’Amerigo Vespucci ed è morto

Abbonamenti SVN
ADV
Civitacecchia – E' la prima volta che un uomo muore a bordo della Amerigo Vespucci, la nave scuola della Marina Militare. Ieri mattina mentre la nave navigava da La Spezia a Civitavecchia, dove era attesa nel primo pomeriggio, il sottocapo nocchiere di terza classe Alessandro Nasta di 29 anni, mentre saliva su uno dei pennoni per compiere una manovra, è caduto precipitando sul ponte da un altezza considerevole. Immediati i soccorsi.

Il giovane è stato caricato su di un elisoccorso per essere trasportato al policlinico Gemelli di Roma, ma durante il volo le sue condizioni sono peggiorate e l’equipaggio dell’eliambulanza ha preferito atterrare all’ospedale di Civitavecchia. Il giovane è deceduto poco dopo il ricovero al pronto soccorso dell’ospedale.

Nasta, originario di Brindisi, prestava servizio sulla nave da gennaio 2011. Sull' Amerigo Vespucci, la nave scuola per gli ufficiali di marina, nonostante le sue centinaia di miglia percorse in tutti i mari del mondo, non si era mai verificato un fatto così drammatico. C’erano stati incidenti con feriti nel passato, ma non si era mai verificato che un uomo perdesse la vita nello svolgimento delle manovre.