SVN logo

Manifestazione di protesta sott’acqua alle Maldive

Si immergono in 100 per protestare contro la condanna inflitta all’ex presidente delle Maldive

Abbonamenti SVN
ADV
Malé, Maldive – Alle Maldive 100 persone hanno indossato respiratori e maschere subacquee e sono scese a 5 metri di profondità in un’originale manifestazione per protestare contro la sentenza che condanna a 13 anni di prigione Mohamed Nasheed, l’ex Presidente delle Maldive che qui è considerato alla stregua di Nelson Mandela in chiave ecologica.

Il problema del surriscaldamento del pianeta alle Maldive è molto sentito, le isole sono condannate a scomparire sotto l’oceano per l’innalzamento delle acque. Pochi decenni ancora e delle Maldive rimarranno solo qualche scoglio in mezzo al mare, quindi è comprensibile come la popolazione si schieri con chi ha fatto della battaglia ecologica una ragione di vita, contro l’attuale presidente, accusato di essere antidemocratico e che non sta facendo molto per rallentare la scomparsa delle isole o per creare un’alternativa per i maldiviani.

La protesta organizzata dai sommozzatori ha voluto anche ricordare lo spettacolare consiglio dei ministri che nel 2009 l'allora presidente Nasheed organizzò sott'acqua in cui si sottolineò il pericolo derivato dallo scioglimento dei ghiacci polari e il conseguente aumento del livello dei mari che mettono in pericolo le isole di bassa altitudine come le Maldive.