SVN logo
SVN solovelanet
venerdì 27 novembre 2020

Uka Uka racing sempre più irresistibile

Ancora una doppietta per lo scafo italiano che stacca quasi definitivamente gli inseguitori. Il titolo iridato è a un passo

Abbonamenti SVN
ADV
Corpus Christi - Giornata fotocopia di mercoledì, quella che si è vista ieri nel Golfo del Messico. Stesso cielo grigio, stesso vento (tra 14 e 18 nodi), stessa onda insidiosa e faticosa e stesso esito delle regate. Uka Uka Racing di Lorenzo Santini, con il talentuoso Lorenzo Bressani al timone, non ha fatto sconti a nessuno e, innestato il turbo fin dai primi metri di regata, ha concesso il bis. Gli inseguitori, tuttavia, restano compressi in una classifica corta (5 team in 7 punti), ma, alla luce dei risultati di giornata, hanno perso ancora strada nei confronti di Uka Uka Racing.
Non tragga in inganno la corsa forsennata del timoniere triestino. È probabilmente uno dei mondiali Melges 24 più combattuti e di più alto livello che si siano disputati: basti dire che il rivale storico di Uka Uka Racing, Blu Moon del fuoriclasse Flavio Favini, è sceso oggi in 6° posizione (ieri era 3°), a pochi punti dal 2°. E vanno forte in tanti, con cambi repentini di posizioni da un lato all’altro del percorso. “Il segreto di questo campionato è interpretare quest’onda corta e formata – dice Lorenzo Bressani –. Non è affatto facile avere la padronanza della barca in queste condizioni e farla correre sempre veloce”.
Dietro Bressani è bagarre per migliorare ogni giorno la classifica: oggi sono andati bene il bermudiano Alec Cutler (4-2) e l’americano Brian Porter su Full Throttle (6-4). L’olimpionico di 470 Nathan
Wilmot su Embarr ha avuto una giornata a corrente alternata (8-3), così come Riccardo Simoneschi su Audi (2-12).

Classifica provvisoria:
1.Uka Uka Racing, Lorenzo Bressani - 9.pt
2. Full Throttle, Brian Porter - 33 pt.
3. Hedgehog, Alec Cutler - 33 pt.
4. Brick House 812, Kristen Lane - 34 pt.
5. Embarr, Conor Clarke 34 pt.