martedì 16 agosto 2022
  breaking news

Mondiale Optimist: festa Italia, bronzo a Carrieri e Nations Cup

Trionfo italiano in Turchia, con il bronzo per il terzo posto del 13enne Carrieri del Circolo Vela Bari e la vittoria tra le nazioni

Mondiale Optimist: Carrieri suona la carica per l’Italia
Mondiale Optimist: Carrieri suona la carica per l’Italia

Mondiale Optimist: Carrieri suona la carica per l’Italia

5 luglio 2022 - A Bodrum, in Turchia, si sta svolgendo il Mondiale Optimist 2022, che vede in acqua 62 nazioni e 286 partecipanti. L’Italia ha schierato una squadra composta da 5 giovani velisti, ovvero Giuseppe Montesano (Sirena CNT), Mattia Di Martino (Società Velica Barcola Grignano), Francesco Carrieri (Circolo Vela Bari), Alberto Avanzini (Centro Nautico Bardolino), Niccolò Pulito (Tognazzi Marine Village), accompagnati dal Coach Marcello Meringolo.

Superata la boa di metà campionato, arrivano notizie positive per la vela italiana, che in questa classe ha spesso ben figurato negli ultimi 10 anni. Francesco Carrieri naviga ai piani alti della classifica, ha occupato anche il secondo posto nella provvisoria, quando mancano due giornate e quattro prove al termine e potrebbe giocarsi qualcosa di importante.

Il vento a Bodrum è stato spesso sostenuto, a tratti anche instabile come intensità e direzione, rendendo le cose difficili agli azzurrini. Nelle prove 7 e 8 Francesco Carrieri ha esordito con un primo di giornata, chiudendo poi in 16esima posizione la seconda regata.

In testa al Mondiale al momento c’è l’ucraino Danyil Mykhailichenko, con gli altri azzurri più staccati, ma bisognerà vedere cosa succederà con il computo finale degli scarti.

Mondiale Optimist: festa Italia, bronzo a Carrieri e Nations Cup

7 luglio 2022 - Lo avevamo scritto nei giorni scorsi che al Mondiale Optimist c’era aria di grande Italia e così è stato. A Bodrum, in Turchia, la nazionale Optimist azzurra ha confermato la sua grande tradizione di vittorie, e anche questa volta è stato un mondiale, almeno in parte, a tinte azzurre.

Francesco Carrieri (Circolo Vela Bari) è medaglia di bronzo a 13 anni, alla sua prima convocazione in nazionale per il titolo iridato, dopo dodici faticose prove: “Ho fatto bene - dichiara a caldo - sono contento soprattutto perché sono sul podio pur avendo sbagliato molto, ma va bene così, va davvero bene: è stato un campionato molto difficile”, racconta con una visione molto matura.

Il campo di regata durante la settimana ha mostrato un vento irregolare, con forti raffiche, dando vita a 12 stancanti prove per i giovani velisti.

Francesco Carrieri è stato sempre in zona podio, mentre i suoi avversari si alternavano, prima la squadra ucraina, e poi, nelle ultime regate, la crescita del veloce americano James Pine, medaglia d’argento, e del Thailandese Weka Bhanubandh, nuovo campione mondiale Optimist, che sono venuti fuori alla distanza.

Carrieri però aveva messo già in cassaforte dei buoni risultati per tenere alle spalle il resto della flotta, nonostante la stanchezza che ha mostrato nell’ultima giornata.

Non è stato il solo successo per l’Italia questa medaglia di bronzo, dato che è arrivato anche un riconoscimento per lo sforzo collettivo della squadra.

L’Italia porta a casa per il secondo anno consecutivo la Nations Cup, sommando al risultato di Farrenco Carrieri il 12.o posto di Giuseppe Montesano (Sirena CNT), il 13.o di Mattia di Martino (Società Velica di Barcola Grignano), il 14.o di Niccolò Pulito (Tognazzi Marine Village) e il 50.o di Alberto Avanzini (Centro Nautico Bardolino).

Il risultato è ancora più notevole perché questa squadra azzurra, tutti esordienti al Mondiale, è figlia di un ricambio generazionale e non aveva quindi ancora esperienza in eventi così duri. Una conferma che la vela giovanile azzurra è sempre al top.

L’ITALIA AL MONDIALE OPTIMIST

La nazionale azzurra di questa mitica deriva, nata nel 1962 dalla matita di Clark Mills, ha una storia recente particolarmente vincente ai Mondiali.

Memorabile la tripletta di ori per Marco Gradoni, 2017-2018-2019, impresa che ha fatto segnare un record dato che nessun atleta era mai riuscito a fare il “Triplete” di Mondiali Optimist.

Nel 2021, dopo che l’edizione 2020 era saltata, al primo Mondiale senza Gradoni l’Italia è andata comunque fortissimo, centrando il titolo a Squadre, il bronzo di Alex De Murtas e l’argento femminile con Lisa Vucetti.

Una tradizione di buoni risultati che potrebbe andare avanti anche in questa stagione.

© Riproduzione riservata

Ventura Yachts Ventura Yachts Ventura Yachts
ADVERTISEMENT

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere connesso con il mondo della vela e non perderti i nostri articoli, video e riviste, iscriviti alla nostra newsletter!

Iscriviti

CATEGORIE ARTICOLI