SVN logo
SVN solovelanet
lunedì 23 novembre 2020

Guardia Costiera salva imbarcazione a vela: un bell’esempio di efficienza

Martedì, la Guardia Costiera di Livorno, ha salvato dall’affondamento una barca a vela di 13 metri

Abbonamenti SVN
ADV
Livorno – Martedì scorso la Capitaneria di Livorno riceve un mayday via radio da parte di una barca a vela di 13 metri.

L’uomo a bordo dice che la barca ha una via d’acqua che non si riesce a tenere sotto controllo con le pompe di bordo, da un’indicazione di massima di dove si trova la barca (tra la Meloria e il porto di Livorno) e dice che a bordo sono in due, tutti gli elementi necessari alla centrale operativa per approntare un’azione di soccorso.

Dal porto parte una motovedetta della Guardia Costiera e una dei Vigili del Fuoco con dei sommozzatori a bordo, nel frattempo la centrale operativa punta le telecamere a campo lungo che si trovano sul porto verso la zona indicata e trova la barca segnalandola alle motovedette.

Queste arrivate sul posto azionato un pompa carrellabile in dotazione alle motovedette mettendo velocemente sotto controllo il flusso dell’acqua riuscendo a individuare il punto della fuoriuscita.

Gli uomini della motovedetta hanno determinato che l’acqua entrava a causa della rottura del collettore dell’acqua di mare di raffreddamento del motore.

Effettuata una riparazione di emergenza, la barca a vela è stata scortata sino in porto.

La situazione non era grave e nessuno è mai stato in pericolo di vita, ma il modo in cui è stata risolta l’emergenza mostra efficienza e organizzazione da parte della Guardia Costiera e dei Vigili del Fuoco.