SVN logo
SVN solovelanet
domenica 29 novembre 2020

Lo skipper tedesco è stato decapitato

Jurgen Kantner, lo skipper tedesco rapito a novembre da Abu Sayyf, è stato ucciso

Abbonamenti SVN
ADV
Manila (Filippine) – Il gruppo criminale Abu Sayyfche porta avanti una campagna di rapimenti sotto il nome dell’ISIS, ha messo in rete un video dove si mostra la decapitazione di Jurgen Kantner, lo skipper tedesco settantenne rapito a inizio novembre durante un attacco alla sua barca, durante il quale la moglie venne colpita a morte.

Il gruppo Abu Sayyf aveva chiesto per la vita di Kantner 612.000 dollari contando che il governo tedesco avrebbe pagato il riscatto come aveva già fatto alcuni anni prima quando, Kantner e la moglie, furono rapiti dallo stesso gruppo nella stessa zona.

Quando fu liberato nel primo rapimento, i coniugi Kantner furono rimpatriati e dovettero lasciare nelle Filippine la loro barca, un vecchio 15 metri di acciaio. Sette anni più tardi i due erano voluti tornare per recuperarla, ma invece di arrivare e ripartire si sono attardati qualche giorno nelle baie delle isole del Pacifico dove si è verificato l’attacco.

La Germania aveva fatto sapere che non aveva intenzione di pagare il riscatto e 30 minuti dopo lo scadere dell’ultimatum, gli uomini di Abu Sayyf, che tenevano l’ostaggio nell’isola di Jolo, lo hanno trascinato fuori dalla sua prigione e lo hanno ucciso.