SVN logo

Società giapponese progetta la citta sommersa

In un Giappone dove i terreni edificabili sono sempre più rari le città saranno sott’acqua

Abbonamenti SVN
ADV
Tokyo (Giappone) – La società d’ingegneria Shimizu Corporation ha progettato in collaborazione con l’Università di Tokyo e la Japan Agency for Marine – Earth Science and Technolgy, una città marina che si sviluppa in parte in superficie e, in parte, nelle profondità del mare.

Il progetto, che ha preso il nome di Ocean Spiral, potrà ospitare laboratori, negozi, servizi e abitazioni per 5.000 persone. La città sarà costituita da due strutture, una piattaforma fissa posata sul fondo dell’oceano a diverse centinaia di metri di profondità, in cui saranno collocati i laboratori e gli uffici, e una struttura più ampia che potrà salire e scendere lungo una spirale che ospiterà le unità abitative e i negozi.

In caso di terremoti o tempeste particolarmente forti, la struttura scenderà lungo la spirale sino ad inabissarsi completamente.

La città, che, naturalmente, sarà stagna e sigillata, trasformerà le emissioni di CO2 in metano grazie all’opera di colonie di batteri in grado di svolgere l’operazione di trasformazione.

La cosa interessante è che le strutture possono essere realizzate con stampanti 3D già esistenti e produttivi che sono impegnati nella realizzazione di oggetti soprattutto per la Cina e l’Olanda.

Il costo di ogni struttura si aggira intorno ai 25 miliardi di dollari e il tempo stimato per la realizzazione della città, partendo dal progetto, è di circa 15 anni.