SVN logo
SVN solovelanet
lunedì 23 novembre 2020

Si chiude oggi La Grande Motte, il salone del multiscafo

Successo di pubblico e di barche per l’unico salone del catamarano del Mediterraneo

Abbonamenti SVN
ADV
La Grande Motte, Francia - Si chiude oggi il ‘Salon International du Multicoque de La Grande Motte’ (Il salone internazionale del catamarano a La Grande Motte) dal nome della località turistica dove si svolge sulla costa Mediterranea della Francia.

Cinque giorni dedicati interamente ai multiscafi che qui sono arrivati numerosi. Sessantasei barche dai più classici Lagoon e Fountaine Pajot ai più innovativi Bali e Nautitech, passando per una tipologia di catamarani che sembra stia prendendo molto piede, gli sportivi eleganti. Barche come gli Outremer, gli Slyder, i Comet Cat, che uniscono doti sportive spiccate con rifiniture e arredi decisamente superiori alla media.

Le barche che più hanno attirato l’attenzione dei visitatori per un motivo o per l’altro sono stati quattro modelli, il Bali 4.0, il Nautitech 40 open, lo Slyder 47 e il Comet Cat 37.

Bali 4.0, la piccola del nuovo brand del cantiere Catana, forse il marchio più conosciuto nel mondo dei catamarani, si distingue per originalità. La barca, con un ingegnoso sistema derivato dalle barche a motore, ha la possibilità di aprire o chiudere una vasta zona del pozzetto trasformandola, a secondo delle necessità, da dinette chiusa e protetta dalle intemperie ad arioso pozzetto dove passare il tempo all’ombra quando si è in rada o in navigazione.

Il Nautitech 40 open, una barca che ha un concetto simile a quello del Bali 4.0, una dinette nel senso tradizionale della parola dai volumi contenuti che da spazio ad un grande pozzetto dove si organizza la vita di bordo. Notevole il passo avanti nel livello di finitura del cantiere da quando è passato sotto il controllo del gruppo Bavaria.

Lo Slyder 47, un esponente della categoria soportivi-eleganti, una barca di livello (e costo) superiore, realizzata in Italia a Fano da un cantiere tedesco. Barca molto veloce, costruita con materiali pregiati e con degli interni molto ben rifiniti e disegnati.

Infine il Comet Cat 37, il primo catamarano prodotto dalla Comar e che per questo stupisce ancora di più. Una barca bella e molto ben rifinita che fa pensare a un cantiere dalla lunga esperienza in fatto di catamarani. Un'interpretazione molto italiana del cat dove l’estetica conta quanto la velocità, componente che non manca a questo piccolo catamarano che già ha dimostrato di essere molto veloce, toccano i 14 nodi di lasco durante una prova con vento medio proprio alla Grande Motte.