sabato 15 giugno 2024
  aggiornamenti

Coppa America: spettacolare scuffia di prua di Team New Zealand

L’incidente di Team New Zealand, senza conseguenze, è avvenuto a favore di telecamere, che hanno ripreso la poggiata dell’AC 40 finita con la scuffia [VIDEO]

Coppa America: spettacolare scuffia di prua di Team New Zealand
Coppa America: spettacolare scuffia di prua di Team New Zealand
SVN GUIDE CHARTER SVN GUIDE CHARTER SVN GUIDE CHARTER
GUIDE DI CHARTER

Coppa America: spettacolare scuffia di prua di Team New Zealand L’incidente di Team New Zealand, senza conseguenze, è avvenuto a favore di telecamere, che hanno ripreso la poggiata dell’AC 40 finita con la scuffia

La Coppa America non è mai stata così mediatica, con i team ufficiali delle spie gestite dall’organizzazione che distribuiscono settimanalmente i loro report, garantendo un’ampia copertura mediatica.

Per questo motivo non poteva certo passare inosservata la nuova scuffia di Team New Zealand. A riprendere il tutto c’era l’attentissimo, in tema di Coppa America, Justin Mitchell, che stava seguendo con la sua telecamera un allenamento dei kiwi ad Auckland sull’AC 40.

Un allenamento ben all’interno della baia, in condizioni di brezza tesa e piuttosto rafficata, tra i 15 e i 20 nodi. Al timone Peter Burling, a bordo anche l’australiano Nathan Outteridge, che con l’AC 40 neozelandese ha provato varie manovre, girando poi una boa e poggiando dalla bolina larga al lasco.

Una manovra sempre complessa da eseguire su queste barche foil: l’accelerazione dalla bolina al traverso è brutale, e la braca in pochi secondi può passare da 20 nodi a 40, con il rischio che le appendici, se il volo è troppo alto e si avvicinano alla superficie dell’acqua, vadano in stallo.

Quando succede il timoniere perde il controllo della barca, e la scuffia è molto facile. Quello che è accaduto a Team New Zealand: in poggiata la barca non è rimasta bassa ma si è alzata, le appendici poi hanno fatto il resto.

Una scuffia senza conseguenze, ora che l’AC 40 neozelandese, insieme a tutti gli altri, è stato rinforzato dopo che gli stessi kiwi in un altro incidente simile distrussero quasi completamente la prua della barca per l’impatto con l’acqua.

L’AC 40 sarà la barca impiegata per la Youth e Women America’s Cup di Barcellona, nel 2024, ma può essere utilizzata anche come barca test e di allenamento per i team principali. Presto i neozelandesi ne avranno in dotazione due, potranno così iniziare una fase di test con due barche, vietata da protocollo per gli AC 75, che saranno le barche ufficiali della prossima Coppa America.

L’incidente di Team New Zealand, senza conseguenze, è avvenuto a favore di telecamere, che hanno ripreso la poggiata dell’AC 40 finita con la scuffia

© Riproduzione riservata

SVN VIAGGI SVN VIAGGI SVN VIAGGI
ARTICOLI DI VIAGGI
NSS Charter NSS Charter NSS Charter
PUBBLICITÀ