SVN logo

Globicefalo muore soffocato dalla plastica: aveva ingerito 80 sacchetti

Trovato lungo un fiume in Thailandia il cetaceo è morto per asfissia

Abbonamenti SVN
ADV
Kuala Perlis (Thailandia) – Dall’Oceano Pacifico, un grosso globicefalo, un cetaceo della famiglia dei delfini conosciuto anche come balena pilota, è entrato in un piccolo fiume dove è stato trovato agonizzante.

Nonostante un rapido intervento per cercare di salvarlo, l’animale è morto. L’autopsia ha stabilito che nel suo stomaco c’erano 80 sacchetti di plastica di diverse dimensioni, un paio erano molto grandi (quelli che da noi si usano per i condomini).

Il fenomeno della morte, soprattutto di cetacei, delfini, globicefali e balene, in Thailandia è molto diffuso. Il paese è il primo consumatore al mondo di sacchetti di plastica e questi, in assenza di sistemi di riciclaggio, finiscono in mare dove uccidono cetacei, tartarughe e altri pesi.

Gli animali muoiono o perché ingeriscono una quantità troppo elevata di sacchetti che non riescono a digerire o perché qualcuno di questi gli finisce intorno alla testa, come accade spesso per le tartarughe, provocandone il soffocamento.

© Riproduzione riservata