SVN logo
SVN solovelanet
sabato 28 novembre 2020

Spindrift 2 rinuncia al tentativo di conquistare il Trofeo Jules Verne

Con la rinuncia della barca di Dona Bertarelli, il Trofeo si chiude

Abbonamenti SVN
ADV
Atlantico - Dopo Francis Joyon di IDEC Sport, ora anche Yann Guichard e Dona Bertarelli, skipper e co-skipper del trimarano di 40 metri Spindrift 2, hanno annunciato il ritiro dal tentativo di conquistare il Trofeo Jules Verne.

La decisione di gettare la spugna da parte di Spindrift 2 è arrivata sabato scorso quando è stato chiaro che l’anticiclone delle Azzorre non avrebbe permesso al grande trimarano di tenere la velocità media necessaria (26 nodi) a battere il precedente record di Loick Peyron su Banque Populaire che aveva fatto il giro del mondo in 45g 53s 42m 13s.

Tre giorni prima a dare il give-up era stato l’antagonista di Spindrift 2, Idec Sport, l’ex Groupama 3 comandato da Francis Joyon, che mercoledì scorso aveva preso atto che a conti fatti non c’era alcuna possibilità di riuscire a battere il record di Loick Peyron.

Il Trofeo Jules Verne fu corso per la prima volta nel 1993 e l’obiettivo allora era quello di fare il giro del mondo in meno di 80 giorni.

Oggi l’obiettivo del Trofeo è battere il record precedentemente stabilito. Non ci sono regole, si può correre con qualsiasi tipo d’imbarcazione a condizione che sia spinta dalla forza del vento, non ci sono né limiti di misura, né di equipaggio.

Al vincitore è consegnata, durante una cerimonia, la miniatura del trofeo che è custodito presso il Musée National de la Marine a Parigi. La miniatura è consegnata da chi ha detenuto il record sino a quel momento. I nomi di coloro che vincono il Trofeo Jules Verne sono scolpiti sulla base di alluminio che alloggia il Trofeo.