SVN logo

Day 103 - Vai Alessandro

Alessandro di Benedetto è a poche miglia dal traguardo

Abbonamenti SVN
ADV
Day 103 - Alessandro di Benedetto è a poche miglia dal traguardo di Les Sables d’Olonne che concluderà questa sua prima Vendée Globe. Il navigatore italo – francese, questa mattina alle 7:00 era a 62 miglia dalla linea di arrivo e ora dovrebbe essere a circa 15 miglia.

Incrociando le dita, Alessandro chiuderà la sua Vendée in poco meno o poco più di 104 giorni, un giorno in meno di quello che fece nel 2001 Thomas Coville con la sua stessa barca. Con questo tempo, Alessandro dimostra di avercela messa tutta, di aver condotto la regata al meglio delle sue possibilità e di essere riuscito a far camminare il suo vecchio giocato più velocemente di quanto avesse fatto un altro grande della vela, quindici anni fa.

Una regata pulita che soprattutto non ha visto grandi avarie, una cosa a cui Alessandro ha sempre tenuto. Di Benedetto è abituato a navigare in mezzo agli oceani da solo con barche che sono molto meno della metà di Team Plastique ed è perfettamente cosciente di quanto sia importante evitare l’eccessivo stress della barca, non mettere a rischio l’attrezzatura.

Nei primi giorni di regata, Alessandro aveva dato l’impressione di sottostimare il compito che si trovava davanti, la sua aria sempre un po’ sospesa tra le nuvole, il suo ottimismo oltranzista, avevano dato l’impressione che lo skipper non valutasse a fondo l’importanza di quello che stava facendo, ma poi, con il passare dei giorni e il suo procedere lento in relazione agli altri, ma veloce in confronto a quanto fatto da altri con la stessa barca, ha fatto capire quanto Alessandro valutasse attentamente tutto quello che stava facendo e come avesse il controllo della situazione.

A molti lettori di SVN, che hanno espresso il loro sentimento scrivendo in redazione, non è piaciuto affatto l’atteggiamento tenuto dai francese nei confronti di Di Benedetto. Sentimento che noi di SVN condividiamo a pieno. Molti media francesi, incluso l’ufficio stampa della Vendée Globe, prima che di Benedetto partisse lo indicavano come lo skipper franco-italiano, poi, nei giorni seguenti alla partenza, nel periodo in cui sembrava che Alessandro non stesse lottando come i suoi fan si aspettavano che facesse, lo hanno “declassificato” indicandolo come lo “skipper italiano”, salvo poi, promuoverlo di nuovo a francese quando le cose si sono chiarite e si è capito il vero valore di Alessandro di Benedetto.

A noi sta benissimo che Alessandro sia italiano e ne siamo orgogliosi.