SVN SUPPORT
ADVERTISEMENT
SVN SUPPORT
ADVERTISEMENT
martedì 23 aprile 2024
  aggiornamenti

Come si noleggia una barca a vela per una crociera estiva perfetta

Come si noleggia una barca a vela per una crociera estiva perfetta
Come si noleggia una barca a vela per una crociera estiva perfetta

Come si noleggia una barca a vela? In questa guida vedremo insieme i passi da fare per noleggiare una barca e fare una crociera estiva perfetta

SVN GUIDE CHARTER SVN GUIDE CHARTER SVN GUIDE CHARTER
GUIDE DI CHARTER

Il noleggio di una barca a vela sta diventando sempre più una scelta diffusa per chi cerca una vacanza unica e indimenticabile. C’è chi noleggia con gli amici e chi lo fa in famiglia, chi noleggia una barca a vela classica e chi, invece, preferisce il catamarano; c’è chi noleggia senza skipper e chi invece oltre allo skipper vuole l’hostess, ma alla fine gli step da compiere sono sempre gli stessi:

  1. scelta della destinazione;
  2. determinazione del periodo;
  3. ricerca della barca;
  4. richiesta del preventivo;
  5. negoziazione e controfferta;
  6. prenotazione;
  7. saldo;
  8. imbarco;
  9. sbarco e fine del noleggio.

Sono dunque molti i passaggi, e tutti importanti, per il buon fine della vacanza. Cerchiamo di capire insieme come farli.

Scelta della destinazione per la vacanza in barca

La scelta della destinazione dove trascorrere la propria vacanza in barca è un passo fondamentale, tutto dipende da questo. Quando si decide di fare una vacanza bisogna decidere dove farla. Il costo di questa deriva dalla sua meta. Ci sono mete più economiche e mete più costose.

La Croazia costa meno della Grecia, l’Italia, più o meno come la Grecia, ma anche in Italia ci sono delle differenze. Andare alle Eolie costa meno che andare in Costa Smeralda, la Toscana costa di più della Campania.

Uno degli elementi che determina il prezzo all’interno della stessa zona di navigazione è la comodità con cui si può raggiungere la base di partenza, per esempio Procida deve costare meno di Napoli perché arrivarci è molto più faticoso che imbarcarsi a Napoli.

Ponza deve costare di meno di Scarlino, perché per arrivare a Ponza da Nettuno ci sono 36 miglia, mentre per arrivare all’Elba da Scarlino ce ne sono appena 17.

Determinazione del periodo del noleggio della barca

Una volta scelta la destinazione, occorre decidere quando andare. E il "quando" può fare una grande differenza sul costo finale del noleggio della barca. Il periodo più caro sono le due settimane centrali di agosto, mentre il più economico, logicamente, sono le settimane invernali, ma senza andare agli opposti ci sono dei periodi molto piacevoli che hanno costi molto più bassi di altri.

Giugno, specialmente fine giugno, è un periodo bellissimo, le giornate sono le più lunghe dell’anno e alle nove della sera, quando si mangia in pozzetto, è ancora chiaro. Fa caldo, tanto da trovare refrigerio quando si fa il bagno, ma non quel caldo torrido che si proverà tra luglio e agosto e in mare ci saranno meno della metà delle barche che incontreremo a fine luglio. Un altro mese molto bello per fare le vacanze è settembre. Si consideri che la differenza di costo fra una settimana a giugno e una a metà agosto può arrivare al 30% e più.

La ricerca della barca

La barca da noleggiare dipende da tre fattori principali: quante persone parteciperanno alla vacanza; quanto si è esperti nel portare la barca e in quanti si sa portare una barca; quanto si vuole spendere.

Le barche più costose sono i catamarani, ma non bisogna fare l’errore di confrontare una barca a vela tradizionale con un catamarano della stessa lunghezza.

Il secondo costerà sicuramente molto più della prima, ma il paragone non sarà corretto perché un catamarano è enormemente più grande di una barca a vela tradizionale.

Per esempio un Lagoon 40 ha un volume esterno e degli spazi esterni che possono essere confrontati con una barca a vela tradizionale di 46 piedi e un Lagoon 42 con una barca di 50 piedi.

Un elemento che incide molto sul prezzo del nolo è l’età della barca. Più una barca è vecchia, meno costerà.

La manutenzione di una barca a vela è un esercizio molto costoso, ci sono delle società che la svolgono molto bene e altre che invece la trascurano. Queste ultime si possono permettere di fare prezzi più bassi perché hanno costi più bassi, di qui sappiate che quando vi arrivano delle offerte con sconti molto importanti, spesso è perché le barche che si offrono non sono all’altezza di quelle di società che propongono meno offerte.

Oltre alla barca è importante la società di charter che noleggia il mezzo. È un errore grave pensare che una società vale l’altra e fermarsi a considerare solo la barca e il suo prezzo.

Fare una vacanza su una barca che ha fatto una cattiva manutenzione può rovinare l’intera esperienza sino a farci desiderare che questa finisca il prima possibile. Oltre alla qualità della barca ci sono anche problemi di qualità del servizio. Esistono società che si attaccano a qualunque cosa per trattenere la cauzione e società che invece hanno un minimo di tolleranza.

La richiesta del preventivo per il noleggio della barca

Chiedete più di un preventivo per il noleggio della vostra barca, così da capire quali sono le differenze di prezzo e soprattutto confrontate le spese extra come pulizia finale, motorino fuoribordo, sup, assicurazione sulla cauzione. Sono tutte spese che sommate fanno una buona percentuale del costo del nolo.

Negoziazione e controfferta

Se noleggiate la barca direttamente dalla società di charter e non lo fate in altissima stagione, ovvero nelle due settimane centrali di agosto, potete provare a fare una controfferta sul prezzo che vi hanno proposto.

Non è detto che la società accetti, ma provare non costa nulla e se la controfferta è ragionevole ed è fatta nei tempi giusti, ci sono buone possibilità che sia accettata e che voi possiate risparmiare un altro po’ di soldi.

La regola della controfferta è che dev’essere presentata per quella determinata barca. Se vi hanno mandato un preventivo per la barca Carolina e a voi quella barca interessa, dovete fare una controfferta per la barca Carolina, in caso contrario può essere che la accettino, ma che poi vi diano una barca più vecchia.

La controfferta per essere valutabile da una società di charter, a meno che non sia fatta a due giorni dall’inizio del noleggio, quando si può provare a chiedere anche un 30% di sconto supplementare, non dovrebbe mai superare il 10% di sconto, il nostro consiglio è di provare con il 5%.

Partite dal concetto che una società di charter che noleggia attraverso un’agenzia o un portale riconosce a questo il 15%, quindi se voi chiedete uno sconto del 7,5% rientra in quello che normalmente loro calcolano nel loro prezzo di listino.

Perché non chiedere direttamente il 15%?

Perché le società di charter, almeno le più grandi e meglio organizzate, spendono molti soldi in pubblicità per avere clienti diretti che non passino attraverso portali di prenotazione o agenzie, e se voi volete uno sconto pari a quello di un portale di prenotazione, l’agenzia potrebbe decidere di prenotare con quest’ultimo piuttosto che ridurre troppo il prezzo della sua barca.

Le controfferte hanno più possibilità di essere accettate se fatte prima di gennaio o pochi giorni prima della partenza.

La prenotazione della barca come funziona

Quando si prenota la barca si versa il 50% dell’importo del nolo al netto delle spese accessorie, che saranno saldate al momento dell’imbarco (non si accettano assegni; la maggior parte delle società accetta solo carte di credito).

Sulla prenotazione dev’essere riportato il nome della barca e il suo anno di immatricolazione, oltre al prezzo finale del noleggio, il luogo di partenza e di ritorno, l’ora di consegna e la data entro cui bisogna riportare la barca.

Il saldo della barca a noleggio

Il saldo della barca che si è presa a noleggio avviene solitamente trenta o sessanta giorni prima dell’imbarco, salvo che l’imbarco non sia a brevissimo, allora si paga direttamente il 100% al momento della prenotazione.

L’imbarco

Una volta saldato il noleggio si arriva all’imbarco. L’imbarco avviene di solito il sabato pomeriggio. In alta stagione, il giorno dell’imbarco la base va in affanno e non è raro che un check-in che dovrebbe avvenire alle 17.00 ritardi fino alle 19.00 o anche alle 20.00.

Alcune società offrono l’early boarding (una specie di imbarco prioritario) a fronte di una piccola spesa extra, non sempre funziona, ma almeno vi dà il diritto di protestare se ritardano.

Per l’imbarco si ricordi che non si possono caricare i bagagli e o le persone sino a quando il check-in non è stato fatto (leggete l’articolo sul check-in e il check-out della barca). Non fatevi prendere dalla fretta di imbarcare gli ospiti, il check-in va fatto con cura e pazienza, da questo infatti dipende una buona vacanza.

Lo sbarco

La barca va riportata in porto il venerdì sera e va lasciata libera il sabato mattina, solitamente entro le 9.00. La barca va consegnata con il pieno di carburante, così come ve l’hanno data, con le taniche delle acque scure vuote e le prese a mare aperte.

Alcune società chiedono anche il pieno dell’acqua. La barca va lasciata ordinata e senza spazzatura a bordo, ma la pulizia la farà la società di charter.

Per riempire il serbatoio di gasolio ricordatevi che il venerdì rientrano tutte le barche, più o meno alla stessa ora, e vanno tutte allo stesso distributore di gasolio.

Quindi armatevi di pazienza, per fare un pieno ci potreste mettere anche un paio di ore, in alternativa fate il pieno il giorno prima presso un distributore che troverete nella vostra zona di navigazione e riempite anche una tanica; una volta arrivati in porto, travasate il gasolio mancante dalla tanica che avete riempito, vi sarete risparmiati una lunga coda al distributore.

In questo articolo abbiamo delineato i passaggi chiave per pianificare con successo la vostra vacanza in barca a vela. Ora è giunto il momento di mettere in atto quanto appreso: iniziate la vostra ricerca e fate il primo passo verso una straordinaria esperienza in mare. Buon Vento!

© Riproduzione riservata

SVN VIAGGI SVN VIAGGI SVN VIAGGI
ARTICOLI DI VIAGGI
Aladar Aladar Aladar
PUBBLICITÀ
SVN SUPPORT SVN SUPPORT SVN SUPPORT
PUBBLICITÀ
SVN SUPPORT SVN SUPPORT SVN SUPPORT
PUBBLICITÀ
SVN Magazine SVN Magazine SVN Magazine
SVN SOLOVELANET

ARGOMENTI

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere connesso con il mondo della vela e non perderti i nostri articoli, video e riviste, iscriviti alla nostra newsletter!

Iscriviti
WhatsApp SVN WhatsApp SVN WhatsApp SVN
CANALE WHATSAPP