SVN logo

Una guida per il cane a bordo

L’associazione dei Diportisti USA ha messo a punto una serie di consigli per chi porta il cane a bordo

Torqeedo
ADV
Alexandria (USA) – Gli americani sono sempre molto originali e amano codificare le attività. Così la potente associazione dei diportisti degli Stati Uniti (BoatUS), ha messo a punto una serie di consigli per i proprietari di cani che intendono portare in crociera i propri animali. Alcuni di questi sono molto utili, altri lasciano un po’ sorridere.

a) Scegliere un giubbotto salvagente che abbia una maniglia sulla schiena. Maniglia essenziale per sollevare l’animale dall’acqua in caso rischio di affogare. L’associazione ha messo a punto una guida su come comprare il giubbotto per cani.

b) Studiare un piano di recupero nel caso in cui l’animale cada in acqua. Questo va pianificato in base alla taglia del cane.

c) Dotare l’animale di una targhetta con sopra scritto il nome del proprietario, il suo numero di telefono nome e modello della barca. In un porto sarà più semplice rintracciare la barca che il proprietario del cane.

d) La prima volta che si porta il cane a bordo, non bisogna uscire in mare, il cane si deve abituare alla barca senza essere distratto dalla sua navigazione.

e) I cani soffrono di colpi di sole. Quando il cane è a bordo bisogna accertarsi che abbia un posto all’ombra dove andare a ripararsi. I sintomi che rivelano che il cane è stato colpito da un colpo di calore ed è in sofferenza sono: una lingua molto rossa, respiro affannoso e rumoroso, forte salivazione, bisogno di bere molto.

f) Fare abituare l’animale a indossare il salvagente portandolo a spasso con questo addosso per un paio di volte.




© Riproduzione riservata