mercoledì 30 novembre 2022
  breaking news

Cantieri nautici: maestranze cercasi disperatamente

Gli ordini ci sono e sono tanti, le forniture tornano lentamente verso una sorta di normalità, ma molti cantieri rimangono fermi per la mancanza di maestranze

Cantieri nautici: maestranze cercasi disperatamente
Cantieri nautici: maestranze cercasi disperatamente

Beneteau, Bavaria, Dufour e molti altri nomi, cantieri francesi, tedeschi e italiani, fanno coro e lamentano una forte mancanza di maestranze.

Domenico Furci della Dufour ci dice che il cantiere sta cercando 200 persone e sino ad ora ne ha trovati solo 60 e la cosa sta avendo riflessi sulla costruzione, la Beneteau a inizio pandemia ha licenziato più di mille operai, probabilmente convinta che l’emergenza sanitaria avrebbe portato a una recessione molto forte, oggi quegli operai sarebbero stati preziosi.

Forse solo in Italia la situazione è un po' meno drammatica, ma qui molte aziende hanno messo gli operai in cassa integrazione e oggi hanno meno problemi. In Italia però c’è un problema più importante, la carenza di maestranze preparate.

“E’ colpa del sistema scolastico - ci dice un imprenditore dell’Adriatico che chiede di non essere citato – i licei sono pieni e i professionali vuoti. Non gli si può dare torto perché i licei sono scuole ben fatte con professori ben preparati, i professionali sono scuole di serie B, mal pensati, mal condotti e non sono in grado di assolvere al compito importantissimo al quale sono chiamati: fornire maestranze.”

E’ difficile dare torto allo sfogo di questo imprenditore che ci racconta che ha iniziato a perdere ordini, perché non trova altro personale e quindi non può incrementare la produzione e soddisfare la domanda di questo momento di boom.

In buona parte se il nostro paese non riesce ad avere maestranze preparate è per colpa del sistema scolastico che guarda ai professionali come scuole di serie B.

“Le deficienze della scuola – aggiunge l’imprenditore – ci costringono a prendere persone che non sanno nulla e a formarle noi. Un paese che si vanta di essere tra le sette potenze industriali del globo, non si può permettere di non avere un sistema per preparare le proprie maestranze.”

© Riproduzione riservata

Slam Slam Slam
ADVERTISEMENT

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere connesso con il mondo della vela e non perderti i nostri articoli, video e riviste, iscriviti alla nostra newsletter!

Iscriviti

CATEGORIE ARTICOLI