SVN logo

Le coste della Turchia invase dalla mucillagine, è allarme acqua calda

Un’enorme colata di liquido vischioso sta invadendo le coste della Turchia, per l’allarme mucillaggine Erdoğan ha organizzato una squadra di 300 uomini per capire come arginare il fenomeno

Abbonamenti SVN
ADV
Allarme mucillagine in Turchia dove il mare si è letteralmente colorato di grigio per chilometri e chilometri di costa sul mar di Marmara. Impressionanti le immagini aeree che ritraggono le spiagge invase da questa sorta di fango, la mucillagine per l’appunto.

Il fenomeno è preoccupante, perché come hanno spiegato gli scienziati che lo stanno studiando questa mucillagine è prodotta dalle alghe marine, in questo caso la produzione in eccesso è causata da inquinamento e acqua troppo calda.

Questo fa sì che le alghe ricevano troppi sali e nutrienti che stimolano la produzione di mucillagine. Il fenomeno non è un caso che avvenga in questo periodo, dato che siamo nella stagione in cui la temperatura dell’acqua sale in modo abbastanza veloce di giorno in giorno.

A occuparsi della questione è stato direttamente il Presidente Erdoğan, che ha messo a punto una squadra di 300 uomini per lo studio e il monitoraggio del fenomeno e per capire se c’è la possibilità di costruire delle panne galleggianti per ostacolare la mucillagine e tenerla lontana dalla costa ora che l’estate è alle porte.

L’invasione della mucillagine in queste zone non è una rarità ed è stata segnalata già dal 2007. Quando arriva in queste quantità i pesci che si trovano a nuotare al suo interno rischiano la morte in quanto l’acqua diventa scarsa di ossigeno e la mucillagine contiene anche sostanza nocive per gli altri animali. Se il fenomeno dovesse allargarsi anche al Mar Nero lo stesso Erdoğan ha definito il problema come potenzialmente enorme.

© Riproduzione riservata