SVN logo

E’ stato lanciato Aeolus: un grande passo nel futuro delle previsioni meteo

In orbita un satellite sperimentale per la mappatura dei venti

Abbonamenti SVN
ADV
Kourou (Guyana francese) – Ieri sera, mercoledì 22 agosto, è stato lanciato il satellite Aeolus. Questo dai meteorologi di tutto il mondo è considerato un momento particolarmente importante per l’evoluzione della meteorologia. A bordo del satellite si trova il lidar più potente mai lanciato nello spazio. Il lidar è un radar laser che, invece di inviare impulsi radio, invia impulsi luminosi. Il lidar dell’ Aeolus è stato realizzato interamente in Italia dalla Leonardo negli stabilimenti di Pomezia e Campo Bisenzio.

Il suo compito sarà quello di costruire i profili globali dei venti che soffiano sul nostro pianeta.

Il satellite avrà un’orbita decisamente più bassa di quella occupata da satelliti simili e si posizionerà a 320 chilometri della terra contro gli 800 degli altri satelliti simili. Aeolus compirà 16 giri della terra al giorno, uno ogni 90 minuti.

Per il lancio sono arrivati a Kourou nella Guyana francese da dove si è alzato il razzo europeo Vega con a bordo l’Aelous, i rappresentanti dell'organizzazione europea per l'utilizzo dei dati meteo da satellite, Eumetsat, e del Centro europeo le previsioni meteo di medio periodo (Ecmwf).

Alla partenza c’erano anche l’astronauta italiana Samantha Cristoforetti e il presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana (Asi), Roberto Battiston.

C’è da sottolineare come al momento Aeolus sia solo un satellite sperimentale che però avrà il compito di aprire la strada a un sistema di satelliti che renderanno nel prossimo futuro le previsioni meteo molto più accurate e precise di quanto lo siano ora.