SVN logo

Hallberg Rassy continua a licenziare

Il cantiere svedese si adegua al mercato e riduce la forza lavoro

Abbonamenti SVN
ADV
Stoccolma - Non c'è crisi in casa Hallberg-Rassy, ma solo prudenza, questo quanto dichiarato dall' Amministratore delegato del cantiere svedese Magnus Rassy.
Dopo aver licenziato 25 persone a maggio 2011 e altri 42 a settembre, l'Hallberg Rassy, ritenendo che le prospettive del mercato nautico per il 2012 e il 2013 siano di un' ulteriore contrazione delle vendite, si adegua e annuncia il disimpegno di altri 29 lavoratori, portando così la sua forza lavoro a 181 dipendenti.
Nella stagione 2010 – 2011, il cantiere ha venduto 118 imbarcazioni, con un decremento superiore al 50% sulla produzione dell'ultima periodo ante crisi.
Non tutti i cantieri, tuttavia, mostrano serie preoccupazioni per la crisi in corso. Il Gruppo Beneteau, prima del Salone Nautico di Parigi, tenutosi nella capitale francese nei primi giorni di dicembre, aveva reso noti i suoi dati di bilancio che vedevano un incremento complessivo del 19%, da attribuirsi in maggior parte all'attività di produzione di imbarcazioni da diporto.