SVN logo
SVN solovelanet
martedì 24 novembre 2020

Riesce a salvarsi dall’ISIS, ma non dalle onde

Muore ortopedico siciliano sceso da una scaletta a mare per fare il bagno, le onde lo prendono e lo scagliano contro gli scogli

Abbonamenti SVN
ADV
Catania – E’ successo ieri 26 agosto nel piccolo borgo di San Giovanni Li Cuti in provincia di Catani il tragico incidente che ha portato alla morte Ignazio Scaravilli, medico ortopedico siciliano di 69 anni. L’uomo, che l’anno scorso era stato rapito dall’Isis in Libia e liberato dopo 5 mesi di un drammatico rapimento pieno di incognite e di momenti drammatici dove la sua sorte era stata incerta, è morto tra gli scogli, rapito, questa volta, dalle onde del mare che lo hanno gettato contro le rocce.

Scaravilli, ospite nella villa di alcuni amici, stava scendendo in acqua da una scaletta privata per fare un bagno in mare, quando un’onda gli ha fatto perdere la presa e un'altra lo ha gettato contro gli scogli appuntiti. Scaravilli è deceduto per i traumi riportati al viso e alla faccia.

Il corpo è stato recuperato dai vigili del fuoco.