lunedì 6 febbraio 2023
  breaking news

Doppio naufragio a La Maddalena: due morti e diversi feriti

Due naufragi gravissimi a La Maddalena nel giro di 12 ore, il secondo dei quali ha fatto registrare due morti tra un equipaggio di pescatori

L'imbarcazione a motore ribaltata
L'imbarcazione a motore ribaltata

Doppio grave naufragio, ieri mattina e la scorsa notte, nelle acque de La Maddalena, in Sardegna, uno dei quali ha avuto un esito tragico facendo registrare due vittime.

La prima emergenza è scattata all’alba: un gommone con a bordo due persone, due uomini di 24 e 16 anni, si è schiantato sugli scogli vicino a Punta Tegge. L’intervento della Guardia Costiera ha constatato le ferite gravi riportare dal minorenne, per il quale è stato attivato l’elisoccorso e l’immediato trasporto all’Ospedale di Sassari dove le sue condizioni vengono definite serie. Per il 24enne è stata necessaria solo una visita in Pronto Soccorso.

La giornata nera è proseguita al tramonto, intorno alle 18, nei pressi dell'isola delle Bisce, tra Caprera e Porto Cervo, si è registrato un nuovo drammatico incidente. Un militare della Guardia di Finanza che transitava in quella zona su un gommone ha sentito un boato nel buio, e poco dopo ha individuato un’imbarcazione a motore ribaltata con un uomo sulla carena, ferito, e tre in acqua.

Uno dei passeggeri in mare a un primo controllo del militare della Guardia di Finanza risultava già deceduto, mentre su un altro sono state applicate le operazioni di primo soccorso che purtroppo hanno avuto esito negativo. Feriti, ma salvi gli altri due membri dell’equipaggio.

Stando alle prime ricostruzioni la barca a motore, un fisherman lungo 8 metri, stava rientrando a Porto Cervo dopo una battuta di pesca. L’imbarcazione si sarebbe schiantata a velocità importante in una zona rocciosa di basso fondale: devastante l’impatto che ha sbalzato in acqua gli occupanti e causato il ribaltamento e il successivo affondamento della barca.

Le vittime dell’incidente sono state identificate in Tommy Di Chello, sardo di 38 anni, e Giacomo Botte di Napoli.

La Procura di Tempio Pausania ha sequestrato il motoscafo per gli accertamenti del caso, dopo averne disposto il recupero, e ha aperto un'inchiesta sull'incidente.

Il doppio naufragio sarebbe solo una tragica fatalità sulla quale non hanno inciso le condizioni meteo, che non erano proibitive nella zona per quanto riguarda le ultime 24 ore. Tutto l’Arcipelago de La Maddalena è circondato da zone di basso fondale, un dettaglio al quale prestare massima attenzione se si naviga in queste acque.

© Riproduzione riservata

NSS Vendita NSS Vendita NSS Vendita
ADVERTISEMENT

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere connesso con il mondo della vela e non perderti i nostri articoli, video e riviste, iscriviti alla nostra newsletter!

Iscriviti

CATEGORIE ARTICOLI