SVN logo

Per i Marina si prevede un’estate in crescita sul 2019

Risorse turismo ha fatto un’indagine presso i marina italiani e il 32,9% si sono detti positivi per l’estate 2020

Abbonamenti SVN
ADV
Roma – Se la quasi totalità dei marina italiani, l’89%, ha risposto al questionario di Risorse Turismo denunciando un netto calo di fatturato per il 2020 dovuto all’epidemia Covid, il 32,9% ha anche dichiarato di aspettarsi un’estate migliore di quella del 2019 anche se il maggior fatturato estivo non riuscirà a compensare il drammatico calo registrato in primavera.

Incuriositi da questi dati, Solovelanet, ha fatto una sua rapida indagine tra i marina per capire i motivi di tale ottimismo.

Su quindici marina interpellati sei hanno dichiarato, come già fatto a Risorse Turismo, che prevedono un’estate molto affollata. Tra queste, cinque direttori ci hanno detto che si aspettano prevalentemente turismo italiano, persone che in altri anni avrebbero fatto solo due o tre weekend in barca per poi dedicare le vacanze a lunghi viaggi, quest’anno, invece, passeranno il loro periodo di vacanza completamente in barca.

Come già accaduto, anche se in forma minore, gli armatori italiani in vacanza con la loro barca stanno preferendo la Toscana che quest’anno sembra essere la prima meta per tutto il turismo nautico. Ancora scarse le prenotazioni alle Eolie, cosa che riflette anche l’andamento del charter, e deboli in Sardegna, dove però si aspetta un netto incremento per fine giugno quando sarà chiaro che non esiste alcun passaporto sanitario per accedere all’isola.