lunedì 6 febbraio 2023
  breaking news

The Ocean Race: gli Imoca 60 nell’emisfero sud, colpo tattico di Guyot

Alla The Ocean Race l’IMOCA 60 Guyou con lo skipper Robert Staniek ha infilato un corridoio di vento a est nelle calme equatoriali e si è portato in testa alla tappa

La seconda tappa della The Ocean Race il giro del mondo in equipaggio. Tra gli Imoca 60 è caccia a Team Holcim vincitore della prima tappa

The Ocean Race: gli Imoca 60 ripartono per la leg 2 verso Cape Town

25 gennaio 2023 - Alle 17,10 di oggi ora locale di Mindelo, Capo Verde, quando in Italia saranno le 19,10, partirà la seconda tappa del giro del mondo in equipaggio, The Ocean Race, con destinazione Cape Town.

Sullo start solo la classe Imoca 60, cinque barche, con i VO65 che come da programma torneranno a regatare nelle ultime due, con l’arrivo di Genova.

La seconda tappa della The OCean Race, il giro del mondo a tappe in equipaggio
La seconda tappa della The OCean Race, il giro del mondo a tappe in equipaggio

Una seconda tappa di questa The Ocean Race che si annuncia interessante per le dinamiche tattiche, a cominciare dalla partenza a ridosso della notte, che impegnerà gli equipaggi in zone di vento molto leggero sottovento alle isole di Capo Verde. Poi ci sarà da agganciare l’Aliseo, e infine un assaggio del Grande Sud con la discesa verso Cape Town sul treno delle prime depressioni.

Il tratto di navigazione di sud Atlantico fino a Cape Town è solitamente uno dei più veloci dei giri del mondo, perché si incontrano depressioni già importanti, ma con condizioni del mare ancora maneggevoli.

Proprio durante le discese verso Cape Town sono stati fatti segnare molti record di velocità e percorrenza nella storia delle regate oceaniche, e con gli Imoca 60 in azione c’è da scommettere che qualcosa possa ancora succedere.

La regata riparte dopo la vittoria nella Leg One del team franco-svizzero Holcim PRB nella navigazione Alicante-Capo Verde, guidato dallo skipper Kevin Escoffier, seguito da 11Th Ocean Racing e Malizia.

A bordo di 11Th Ocean Racing per questa seconda tappa non ci sarà Francesca Clapcich, sostituita da Justine Mettreaux, ma è probabile che la triestina rientri in gioco per le prossime tappe e per la temutissima Cape Town-Itajai, la più lunga leg che si sia mai corsa in un giro del mondo in equipaggio.

La regata per la vittoria generale sarà articolata su 7 tappe: dopo quella da Alicante con destinazione Capo Verde, poi Citta del Capo in Sudafrica, prima della grande tappa del Southern Ocean fino a Itajai, Brasile, via Capo Horn. Poi Newport negli USA prima del ritorno in Europa: Aarhus in Danimarca, Kiel in Germania, l’Aia in Olanda e infine Genova.

The Ocean Race: le calme equatoriali tengono in scacco gli Imoca

I Dolldrums con i loro venti variabili sono uno degli snodi di questa seconda tappa della The Ocean, il giro del mondo in equipaggio

30 gennaio 2023 - La seconda tappa del giro del mondo in equipaggio, la The Ocean Race, sta attraversando uno dei suoi snodi cruciali della seconda tappa Capo Verde-Cape Town: il passaggio attraverso le calme equatoriali o Dolldrums come vengono chiamati in inglese.

Si tratta di una zona di venti variabili come direzione e intensità, con improvvisi temporali, che non consentiranno alla flotta per almeno 24 ore di progredire in modo lineare e continuo. Questa variabilità è dovuta in parte allo scontrarsi, in prossimità dell’equatore, degli Alisei di nordest e di sudest.

Le calme possono essere più o meno estese, e in questo momento sembrano discretamente ampie. Le barche avanzano a “strappi”, a turno uno dei 5 Imoca infila una brezza o parte davanti a un temporale, per poi fermarsi poche decine di minuti dopo.

Una situazione stressante per gli equipaggi, che devo restare sempre in allerta tra frequenti cambi di vele e di assetto della barca. Le calme anticipano di pochissimo il passaggio dell’equatore e l’ingresso nell’emisfero sud, dove la flotta della The Ocean Race troverà l’Aliseo di sudest.

Chi scappa per primo dai Dolldrums avrà la possibilità di agganciare in anticipo il nuovo vento e partire davanti agli altri, dirigendosi verso sud, verso le prime depressioni del sud Atlantico che accompagneranno la flotta fino a Cape Town.

Da analizzare le scelte tattiche, con 11TH Hour Racing e PRB che puntano ad attraversare le calme da ovest, nella zona dove sono più ristrette, Guyot punta invece ad est: avrà una zona più ampia da attraversare, ma una volta nell’Aliseo potrà navigare qualche grado più poggiato e quindi veloce rispetto a chi passa vicino alle coste brasiliane.

Chi avrà ragione?

Difficile dirlo adesso, ma entro 24 ore la situazione potrebbe essere un po’ più chiara, al netto del fatto che il gruppo di barche a ovest sembra potere avere un passaggio veloce.

The Ocean Race: gli Imoca 60 nell’emisfero sud, colpo tattico di Guyot

1 febbraio 2023 - L’Est ha pagato i suoi dividendi e l’Imoca 60 Guyout, la barca nella posizione più orientale nel passaggio delle calme equatoriali, è passata al comando della seconda tappa, Capo Verde-Cape Town, della The Ocean Race.

Tutti gli Imoca 60 sono ormai nell’emisfero sud dopo i riti di passaggio dell’Equatore e le velocità sono tornate ben sopra i 20 nodi, con un Aliseo robusto che consente agli equipaggi di navigare al traverso.

Come prevedibile la rotta degli Imoca, per giovare di un’andatura larga che consenta il foiling, si sta sviluppando al largo delle coste brasiliane. Si continuerà con un’andatura di bolina larga-traverso mure a sinistra, andando avanti ancora per un paio di giorni, poi il vento inizierà a ruotare.

Sarà il preludio dell’ingresso nell’Oceano Atlantico del sud, con la rotazione antioraria del vento che segnerà la prima vera depressione che cavalcheranno gli Imoca 60.

La rotta probabilmente si trasformerà, dopo qualche strambata di posizionamento, in una lunga parabola di avvicinamento verso Cape Town, per la parte finale che dovrebbe essere, se il meteo verrà confermato, come la più intensa e veloce dell’intera tappa.

Gli Imoca 60 non stanno tradendo le aspettative, alle medie attuali nelle prossime ore sarà possibile vedere percorrenze sulle 24 ore intorno alle 450 miglia, con la possibilità di attaccare concretamente distanze oltre le 500 miglia molto presto.

Difficile fare valutazioni sulla classifica attuale, Guyot ha preso un piccolo margine sugli inseguitori, ma le 5 barche sono comunque racchiuse in 170 miglia, con Malizia al momento ultima, un gap ancora recuperabile dato che al traguardo di Cape Town ne mancano ancora 3400.

Tutte le tappe della The Ocean Race e la classifica della regata

PRIMA TAPPA
Alicante – Capo Verde
Partenza 15 gennaio / 1.900 miglia

SECONDA TAPPA
Capo Verde – Città del Capo
Partenza 25 gennaio / 4.600 miglia

TERZA TAPPA
Città del Capo - Itajaí
Partenza 26 febbraio / 12.750 miglia

QUARTA TAPPA
Itajaí - Newport
Partenza 23 aprile / 5.550 miglia

QUINTA TAPPA Newport - Aarhus Partenza 21 maggio / 3.500 miglia

SESTA TAPPA
Aarhus – L’Aia
Partenza 8 giugno / 800 miglia

SETTIMA TAPPA
L’Aia – Genova
Partenza 15 giugno / 2.200 miglia

CLASSIFICA GENERALE DOPO LA PRIMA TAPPA

IMOCA
1. Team Holcim-PRB / 5
2. 11th Hour Racing Team / 4
3. Team Malizia / 3
4. Biotherm / 2
5. GUYOT environnement - Team Europe / 1

© Riproduzione riservata

NSS Vendita NSS Vendita NSS Vendita
ADVERTISEMENT

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere connesso con il mondo della vela e non perderti i nostri articoli, video e riviste, iscriviti alla nostra newsletter!

Iscriviti

CATEGORIE ARTICOLI