SVN logo

Capri Sailing Week: Perché i dissalatori a bordo delle barche da regata

Oggi si conclude la Capri Sailing Week della Rolex, alcune delle barche che molto probabilmente avranno gli equipaggi sul podio avevano un dissalatore a bordo.

Abbonamenti SVN
ADV
Napoli – Iniziata il 10 maggio, oggi, 20 maggio si conclude la Capri Saling Week. Settimana ( si chiama settimana, ma in effetti sono 10 giorni) ricca di eventi con regate corte e regate lunghe come la regata dei tre Golfi che vede le barche cimentarsi su di un percorso di 150 miglia. Ed è proprio qui, su questi percorsi lunghi che si giustifica la presenza a bordo di diverse barche dei dissalatori.

“Il dissalatore sale sulla barca da regata per renderla più leggera. – ci dice l’Ingegnere Riccardo Verde della Shenker che è uno degli sponsor della regata - Con il dissalatore a bordo, specialmente con il nostro ZEN che è super compatto, non c’è più bisogno di correre con i serbatoi pieni o comunque non vuoti. Il dissalatore permette al regatante di avere acqua solo nel momento in cui gli serve.”

Il messaggio sembra essere passato perché, sempre più barche, anche in Italia, si armano di questi accessori che garantiscono la libertà al crocierista che non è più costretto a entrare in porto per fare acqua, e minor peso al regatante.

“Proprio in previsione della crescita del mercato regate, noi della Shenker abbiamo fatto importanti investimenti per fornire al regatante esattamente quello che gli serve.”


© Riproduzione riservata