SVN logo

Prenotare la barca in noleggio per questa estate: cosa si rischia?

L’anno scorso in molti sono rimasti a terra perché le barche erano finite, quest’anno in tanti si chiedono quando sarà sicuro prenotare la barca in noleggio per questa estate

NSS
ADV
Seattle (USA) – L’anno scorso alla fine del lockdown i velisti si sono scatenati per assicurarsi una barca a noleggio per l’estate; in molti, arrivati tardi, soprattutto per quanto riguarda aree come la Toscana, sono rimasti a terra o hanno dovuto ripiegare su altre destinazioni.

Quest’anno di conseguenza in molti si chiedono se sia prudente prenotare ora per l’estate, o comunque da quando si potrà pensare di farlo. Una risposta la fornisce l’ Institute for health metrics and evaluation, il centro statistico voluto e sovvenzionato dal Bill Gates con base a Seattle negli Stati Uniti che, nel suo ultimo rapporto, parla di Italia.

La previsione dell’ Institute for health metrics and evaluation è che, rispettando alcune condizioni, per giugno si dovrebbe poter circolare senza problemi.

Gli statistici americani hanno calcolato che a fine giugno l’Italia dovrebbe essere prossima al covid-free il che suggerisce che già da ora si potrebbe cominciare a prenotare le barche.

L’ Institute for health metrics and evaluation specifica che il risultato prospettato è condizionato ad alcuni eventi come l’osservanza delle restrizioni e il rispetto delle regole della mascherina e del distanziamento sociale.

L’istituto parla per giugno di pandemia quasi finita, ma non finita, quindi il consiglio è sempre di controllare da chi si noleggia la barca. La sanificazione corretta di questa è ancora una cosa essenziale, anche se, a nostro parere, lo dovrebbe essere sempre, pandemia o non pandemia.

Al contrario di quanto accaduto l’anno scorso dove le prenotazioni del charter si sono concentrate sulle società che avevano barche in Toscana perché nei porti della regione si poteva arrivare in macchina, è probabile che quest’anno la richiesta sia più diffusa perché la dinamica di contagio è più conosciuta e i mezzi di trasporto pubblico hanno messo a punto strategie per garantire la massima sicurezza del passeggero.

Problemi minori ci dovrebbero essere anche per il pubblico straniero, infatti le società di charter stanno già ricevendo prenotazioni, cosa che l’anno scorso non era accaduto. In particolare sono attesi molti inglesi che a giugno dovrebbero aver completato l’immunizzazione dell’intera nazione.

Per quanto riguarda la Sardegna che l’anno scorso è stata fortemente penalizzata dall’atteggiamento e dalla comunicazione poco accorta del suo Governatore, quest’anno dovrebbe godere di una maggiore tranquillità.

Il discorso che è valido per le prenotazioni delle barche charter lo è, anche se in misura minore, anche per i marina.

Si può cominciare a organizzare la propria vacanze iniziando le prenotazioni dei posti barca, ma anche qui si consiglia di informarsi sul livello di sanificazione del marina, ci sono dei marina che sono molto distanti dal poter assicurare uno standard di sicurezza accettabile.


© Riproduzione riservata