SVN logo

XXIIesima edizione della Regata dei Legionari, un successo

75 barche al via, il prossimo anno si punta a superare i 100 iscritti

Abbonamenti SVN
ADV
Porto Rotondo - Con la ventiduesima edizione della Regata dei Legionari, svoltasi nelle acque della Costa Smeralda la scorsa domenica 25 ottobre, si è chiusa la stagione degli eventi dello Yacht Club Porto Rotondo.

La manifestazione ha avuto, ancora una volta, un buon successo di partecipazione con 75 equipaggi al via provenienti dalla Sardegna, dalla Corsica, dalla Germania, dall’Inghilterra e perfino dalla Russia. Uno spettacolo che ha incantato il folto pubblico radunatosi sulla spiaggia e sui frangiflutti antistanti lo Yacht Club, l’area di partenza della regata.

Il percorso, di tipo costiero, proseguiva con il giro dell’Isola di Soffi da lasciare a sinistra, boa di lasco nei pressi di Portisco e arrivo a Porto Rotondo per un totale di circa 7 miglia nautiche.

Primo tra tutti il Mumm30 “Le Coq” di Marco Holm, che vince anche la categoria dei Regata/Crociera, seguito da “Durlindana” di Orio Terrosu, un X-Yacht 512, e “Nalù” terzo.

Nella categoria dei Classici lo sloop “Knuddel” di Wilfred Buss vince su tutti. Seguono lo Sciarelli 50 “On Ka Hye” e “Emi”, il bellissimo cutter Sangermani di 27 metri costruito nel 1955.

Tra gli Epoca presente “Vistona”, il cutter aurico del patron della manifestazione, Gian Battista Borea d’Olmo, a cui è andato il primo premio di categoria.

In questa edizione il ritorno di imbarcazioni a vela latina, tra queste il veliero “Miriella”, “Terranoa”, “Bebè”, “Corsaro”, “Salvatore Padre”, “Leone di Gallura” e la lancia catalana da regata “Alghero”, che si è aggiudicata il primo premio di categoria.

Lo Snipe di Carlo Pasanisi vince tra le derive, mentre tra i catamarani ha la meglio “Extreme Sail” di Roberto Aversano.

Ad animare la regata sono state poi le tradizionali “sfide” tra gli equipaggi, una formula vincente considerato che la corsa si svolge in tempo reale senza alcun compenso.

Questa edizione ha visto la partecipazione di quattro equipaggi di giovani studenti, tre dei quali provenienti dall’Istituto Nautico G. Garibaldi di La Maddalena, e uno dall’Istituto Amsicora di Olbia che, al comando dell’imbarcazione “Valeria”, si sono aggiudicati il Trofeo Campesi destinato all’equipaggio più giovane.

Soddisfazione da parte del presidente dello Yacht Club Roberto Azzi che si pone l’obiettivo di raggiungere quota 100 iscritti per la prossima edizione. Andrea Campesi, lo storico nostromo del Marina di Porto Rotondo scomparso nel 1993, sarebbe sicuramente felice di sapere che la manifestazione a lui dedicata è sempre più seguita e apprezzata da una moltitudine di amanti della vela. 

I vincitori 2015:
Le Qoc - categoria Regata Crociera
Vistona - categoria Epoca
Knuddel - categoria Classica
Alghero - categoria Vela Latina
Snipe - categoria Derive
Extreme Sail - categoria Catamarani
Mael - Trofeo Oggiano
Monia - Trofeo Carpaneda (equipaggio femminile)
Valeria - Trofeo Campesi (equipaggio più giovane)
Le Qoc - Trofeo DHL (I° assoluto)

www.ycpr.it