SVN logo

Il Salone Nautico di Venezia si chiude, ma non convince

Il Salone Nautico di Venezia che si è chiuso domenica all’Arsenale, non ha convinto molti degli espositori

Torqeedo
ADV
Venezia – Il Salone nautico di Venezia che si è tenuto dal 29 maggio al 6 giugno, ha dichiarato un’affluenza di 30.000 persone che non è poco per un salone alla sua seconda edizione. SVN Solovelanet ha raccolto le opinioni di diversi operatori che hanno partecipato o anche solo visitato il salone e ne ha tratto un quadro in bianco in nero.

Il salone non ha deluso completamente, ma non ha convinto appieno, molti i problemi.
Alcuni espositori che avevano barche a vela e a motore, hanno registrato un’affluenza tutto sommato buona, ma la qualità dei visitatori, da un punto di vista delle potenzialità e volontà di spesa, molto bassa.

“La grande maggioranza erano curiosi, abbiamo lavorato dieci giorni, investito, e i risultati sono stati molto scarsi.” Dice un imprenditore del nord est.

“Mi aspettavo di più. E’ vero che il tempo non è stato favorevole, ma visto l’assenza di saloni, mi sarei aspettato di più” aggiunge un altro operatore del centro Italia.

L’analisi di molti è che Venezia non è il posto giusto per fare una manifestazione di questo tipo. Gli organizzatori, probabilmente, hanno puntato proprio su Venezia sicuri che i visitatori del Salone avrebbero voluto unire la visita al salone con quella alla città, ma così non è stato.

Venezia è molto, troppo cara, chi decide di fare un weekend a Venezia e spendere qualche migliaio di euro per soggiornare con la famiglia due notti, vuole vedere la città, non si va a chiudere dentro un salone nautico.

Indubbiamente il nord est ha bisogno di un salone nautico, ma forse non è Venezia la location giusta.

© Riproduzione riservata