SVN logo

Si sono chiusi i cancelli del 61esimo Salone Nautico di Genova

Termina dopo sei giorni la kermesse di Genova dedicata alle barche, il 61esimo Salone Nautico di Genova. Luci e ombre del salone

Abbonamenti SVN
ADV
Il 21 settembre 2021 si è concluso il 61esimo Salone Nautico di Genova. Hanno visitato il salone 90.000 persone che sarebbero potute essere facilmente 100.000/110.000 se non ci fossero state le contingentazioni dovute al Covid.

Un salone difficile e faticoso per i visitatori, diversi di questi ci hanno scritto mentre erano ancora davanti ai cancelli denunciando oltre un’ora di coda per arrivare a mostrare il Green Pass, poi altra coda per passare i tornelli.

Molti dei velisti che hanno visitato il salone sono poi rimasti delusi dall’assenza quasi totale di barche di piccole dimensioni: la barca più piccola era l’Oceanis 31.1, la seconda il Saffier 37, nessun 33 o 34 piedi, o barche sotto i 30 piedi.

Un problema, quello della mancanza di barche di piccole dimensioni, che il mercato si trascina da diversi anni e che provoca un allontanamento alla vela per chi non vuole o non può permettersi barche di grandi dimensioni. Quest’anno poi, con l’assenza dei cantieri polacchi che solitamente portano barche di piccole dimensioni, la problematica si è fatta sentire ancora più forte.

Non molte le barche a vela presenti, circa un terzo in meno di quante ne erano esposte la settimana precedente allo Yachting Festival di Cannes. Sono mancate in particolare le barche prodotte all’estero e non importate in Italia, le barche piccole, tutte le barche non in vetroresina e le barche dei piccolissimi cantieri.

Tra le barche assenti all’edizione di quest’anno gli Azuree della Sirena Marine, il Kufner, il Gulliver 57, le piccolissime polacche come il Focus 750 o gli Antalia, barche che avrebbero fatto contento quel pubblico che cercava le barche sotto i 50.000 euro.

Tra le barche che hanno deciso o non sono potute arrivare a Genova e che gli scorsi anni c’erano, gli Azuree della Sirena Marine, il Kufner, il Gulliver 57, le piccolissime polacche come il Focus 750 o gli Antila, barche a vela che avrebbero accontentato quel pubblico che cercava imbarcazioni sotto i 50.000 euro.

Anche i grandi cantieri hanno portato meno barche, decisamente ridotta la flotta dei Beneteau e Jeanneau, dei Lagoon e dei Fountaine Pajot.

Servizi speciali in video dedicati al Nautico


SVN Solovelanet durante il salone ha prodotto due servizi speciali in video. Lo speciale Genova Barche, che abbiamo pubblicato all’inizio della notizia, dove abbiamo fatto una carrellata delle novità di Genova includendo tra queste anche quelle barche a vela che, pur non essendo novità, a causa dell’emergenza sanitaria non avevano ricevuto la giusta visibilità. Nello sforzarci di dare la panoramica più vasta possibile pur mantenendo i tempi dello speciale entro i 18 minuti, abbiamo alternato catamarani e monoscafi.

Speciale Accessori al Nautico di Genova



Oltre allo speciale dedicato alle barche, abbiamo realizzato come tutti gli anni un piccolo speciale dedicato al mondo degli accessori che, a nostro parere, possono essere considerati interessanti al velista.

In questa edizione l’elica a pale orientabili Andromeda della Ewol, appositamente studiata per le barche di piccole dimensioni; il depuratore della Schenker che depura l’acqua dei serbatoi al 99,99%; il ponte in sughero della Marine Cork; l’antivegetativa ecologica Aqua della Veneziani e il winch elettrico dell’Harken che ha il motore nascosto al suo interno e può, quindi, essere montato ovunque.

Oltre questi video, vi annunciamo che durante il salone abbiamo realizzato altri servizi che usciranno nelle prossime settimane.

Un video sarà dedicato agli Italiani in The Ocean Race, la regata a tappe intorno al mondo in equipaggio. In occasione dell’annuncio dello Yacht Club Italiano che una barca italiana parteciperà alla The Ocean Race, spieghiamo che cosa è la regata e come funziona.

Un altro video parlerà del Tanna 47, l’anteprima del nuovissimo catamarano della Fountaine Pajot; un altro sarà dedicato alla nuova cartografia della Raymarine che affianca alla cartografia Navionics una sua cartografia con nuove e interessanti funzioni.

Abbiamo visitato anche il Lagoon 55, l’ultimo arrivato in casa Lagoon, un catamarano dagli spazi sorprendenti e il More Yacht, uno dei pochi performance presenti sul mercato e per giunta a un costo competitivo.

Durante il Nautico abbiamo realizzato anche un servizio speciale dedicato interamente ai catamarani che andrà in linea nei prossimi mesi, per capire cosa offre il mercato e quale catamarano comprare.

© Riproduzione riservata