SVN logo

Solitario salvato nel mare del nord

La barca tradizionale di un marinaio tedesco di 53 anni ha ceduto e sotto i colpi del mare ha iniziato a fare acqua. Lanciato il mayday è cominciata una gara al soccorso

Abbonamenti SVN
ADV
Bremerhaven (Germania) – Lunedi 11 agosto la Guardia Costiera tedesca ha ricevuto un mayday da parte di una vecchia barca in stile tradizionale: alberi bassi e lungo bompresso con una poppa tondeggiante. Il vento spirava a forza 6 e le onde iniziavano ad essere grandi. Queste colpendo il fianco della barca, probabilmente troppo vecchia e fragile per quel mare, hanno provocato l’apertura del fasciame e una copiosa infiltrazione di acqua che ha spinto lo skipper a chiedere soccorso.

Le previsioni davano un repentino peggioramento delle condizioni meteo da lì a poco. Secondo il centro meteo della Guardia Costiera il vento avrebbe raggiunto forza 9 in poche ore e il mare sarebbe cresciuto di conseguenza.
Le pessime previsioni hanno spinto la guardia costiera a muovere tutti i mezzi disponibili, così sono partite due motovedette d’altura da due porti diversi per cercare di salvare l’uomo.

L’ideale corsa al salvataggio però è stata vinta da una terza motovedetta d’altura che aveva appena terminato un'altra operazione e si trovava nella zona. Questa ha così potuto raggiungere la barca molto prima dei colleghi.

Messa in mare la barca di salvataggio, questa si è coordinata con l’elicottero che ha prelevato il naufrago che si è dovuto tuffare in mare per essere salvato.

La barca di legno è affondata poco dopo.

L’uomo è stato fortunato, nel Mare del Nord anche d’estate la temperatura dell’acqua è molto bassa e i naufraghi non resisto molto, l’ipotermia ha ragione su di loro in poco tempo.



© Riproduzione riservata