SVN logo

Tasso alcolico alto per il timoniere della barca affondata sul Garda

Tasso alcolico alto per l’uomo che conduceva il Frauscher 747, la barca affondata sul Garda nei giorni scorsi che ora si trova a una profondità di 57 metri

Abbonamenti SVN
ADV
Qualche giorno fa avevamo dato notizia di una barca affondata sul Lago Garda con a bordo dei turisti austriaci tra cui anche un bambino, le dinamiche dell’incidente erano poco chiare e ancora da accertare.

Ora, in seguito alle indagini delle autorità competenti, stanno emergendo nuovi elementi che lasciano pensare a una responsabilità del conducente.

La barca, un 747 Frauscher, era stata noleggiata presso una società sulla sponda bresciana del Lago di Grada ed è stata individuata su un fondale di 57 metri vicino al punto dell’affondamento. Qualora il relitto venisse recuperato potrebbe fornire informazioni utili sull’accaduto.

L’elemento chiave rilevato nelle indagini è stato il tasso alcolico del conducente, registrato al di sopra dei limiti di legge una volta che i naufraghi sono stati condotti a terra dopo l’incidente.

L’uomo era in possesso di una regolare patente nautica, ma a causa del tasso alcolemico la Polizia è stata costretta a notificare una multa da 7 mila euro.

Ricordiamo che il conducente al timone, nonostante il tasso di alcool rilevato, era stato in grado di avvertire i soccorsi mentre si trovava già in acqua, riuscendo a tenere il cellulare all’asciutto e aggrappandosi a un pezzo di barca che ancora galleggiava.

Le sue indicazioni telefoniche hanno permesso ai soccorsi di individuare i quattro naufraghi. Del gruppo facevano parte oltre all’uomo multato anche un altro uomo, una donna e un bambino di 4 anni, tutti erano stati portati in salvo senza particolari conseguenze fisiche.

© Riproduzione riservata