SVN logo

Soldini e Maserati: arrivo previsto questa sera

Giovanni Soldini con il suo equipaggio dovrebbero concludere la regata questa sera con l’arrivo a Honolulu alle isole Hawaii

Abbonamenti SVN
ADV
Pacifico - Il tempo è bello, il vento sui 20 nodi e la navigazione piacevole, questo in sintesi l’epilogo della Transpac corsa da Maserati con Giovanni Soldini e John Elkan a bordo. Regata senza troppe emozioni e soprattutto, ancor una volta, senza il record sperato.

Ma, al di là del record c’è di positivo che con questa Transpac Soldini è tornato a fare quello che sa fare, ossia, le regate contro avversari veri. Regate di flotta con equipaggi numerosi che per forza di cose non possono trasmettere le emozioni che Giovanni trasmetteva quando cavalcava da solo i mari più duri del mondo, ma pur sempre una regata dove l’astuzia, l’esperienza e la bravura dello skipper e del suo equipaggio hanno la possibilità di uscire allo scoperto.

Maserati è seconda dietro il 100 piedi Ragamuffin poche miglia più indietro c’è il Reichel e Pugh 74 Wizard che se il vento non rinforza potrebbe avere la possibilità di dare dei problemi a Soldini.

Partito da Los Angeles il 13 luglio, Maserati dovrebbe passare la linea del traguardo a Honolulu, alle isole Hawaii, questa sera dopo aver percorso 2.225 miglia.



La Transpac 2013 è una regata di 2.225 miglia aperta a monoscafi e multiscafi che si corre in equipaggio. La partenza è avvenuta al largo della scogliera di Point Fermin, San Pedro, Los Angeles, la linea di arrivo è posizionata di fronte al faro di Diamond Head (a est di Honolulu), nell'isola di Oahu, Hawaii.

Queste le altre barche iscritte nella classe 1 del VOR70 Maserati: gli americani Bad Pak (STP65), Invisible Hand (R/P 63), Medicine Man (Andrews 63) e Wizard (R/P 74), la barca australiana Ragamuffin (Elliot 100) e i messicani di Peligroso (Kernan 70).

A bordo di Maserati, oltre a Soldini, otto membri dell'equipaggio (Guido Broggi, John Elkann, Carlos Hernandez, Boris Herrmann, Gwen Riou, Corrado Rossignoli, Michele Sighel, Jianghe Teng "Tiger"), più il decimo uomo, Pierre-Laurent Boullais, amico di Elkann e appassionato di vela.