SVN logo
SVN solovelanet
mercoledì 25 novembre 2020

Day 39 - Giornata difficile per Alessandro Di Benedetto

Tutta la flotta procede velocemente tranne Di Benedetto che, nel mezzo di un anticiclone, rallenta

Abbonamenti SVN
ADV
Tutta la flotta della Vendée Globe gode di venti favorevoli e procede a buone velocità. Tutti tranne uno, Alessandro Di Benedetto che, a bordo di Team Plastique, è indietro rispetto al resto del gruppo. Alessandro si trova nel mezzo di un anticiclone a circa 600 miglia dalla terza porta, quella di Amsterdam, e a 4.197 miglia dal leader, e purtroppo nelle prossime 24 ore procederà a rilento a causa dei venti deboli.


par VendeeGlobeTV

Ennesimo avvicendamento tra Gabart e Le Cléac'h alla testa della flotta. Armel Le Cléac'h (Banque Populaire), che ora è primo, procede a una buona velocità, tra i 17 e i 19 nodi, ed è seguito da François Gabart (Macif) che si trova a circa 2.5 miglia di distanza. I due si apprestano a raggiungere la sesta porta, quella di Nuova Zelanda. Per ora la navigazione è ottimale, ma nelle prossime ore potrebbe variare quando, avvicinandosi alla zona di Campbell Plateau, i fondali passeranno bruscamente da 5.000 a 200 metri.

Jean-Pierre Dick (Virbac Paprec 3), si trova a 500 miglia di distanza dai leader, poco più idi una giornata di navigazione e sta recuperando miglia. Sempre in quarta posizione, a circa 800 miglia dai leader di testa, si trova Alex Thomson (Hugo Boss), seguito da Bernard Stamm (Cheminées Poujoulat).

A 1662,7 miglia da Armel Le Cléac'h (Banque Populaire) e 580 miglia dalla Porta Est Australie, Jean Le Cam (SynerCiel) ritrova il ritmo della corsa, seguito da Mike Golding (Gamesa) e Dominique Wavre (Mirabaud).

Javier Sanso (Acciona 100 % EcoPowered) si trova in ottima posizione e con una media invidiabile. I forti venti di nord est, lo stanno spingendo a 25 nodi.

Arnaud Boissières (Akena Verandas) si trova a 170 miglia dalla porta Est Australia , inseguito da Bertrand de Broc (Votre Nom autour du Monde avec EDM Projets) che si trova a un giorno di navigazione da lui.

Tanguy de Lamotte (Initiatives-coeur) è a 3361 miglia di distanza dalla testa della flotta e non riesce a trovare la giusta situazione per recuperare acqua.