SVN logo
SVN solovelanet
lunedì 23 novembre 2020

Day 60 - Ancora tre uomini devono passare Capo Horn

Giunti al sessantesimo giorno di regata sono rimasti in 12 gli uomini in gare, 3 devono ancora passare il Capo dei capi

Abbonamenti SVN
ADV
Day 60 - Dopo il passaggio di Akena e Acciona in Atlantico, rimangono ancora ina Pacifico solo tre barche, Votre Nom Autour du Monde di Bertrand de Broc, Initiatives-coeur di Tanguy De Lamotte e Team Plastique di Alessandro Di Benedetto. Nella zona in cui stanno navigando i tre skipper le condizioni meteo sono migliorate rispetto agli ultimi giorni quando imperversava una forte burrasca. Ora il vento spira intorno ai 20 nodi. Bernard De Broc dovrebbe passare per primo, tra circa 4 giorni, Capo Horn.

Tanguy negli ultimi giorni ha avuto qualche problema con le vele. Martedì mattina, mentre dormiva, si è rotta la drizza del gennaker e la vela è andata in acqua. L’intervento non è stato tempestivo e il recupero della vela in acqua ha richiesto oltre due ore. Per farlo ha dovuto mettere la prua al vento, ma un salto su di un’onda più grande delle altre ha causato una piccola rottura sulla randa. Al momento, quindi, il simpatico Tanguy si ritrova con un gennaker che va ricucito in più punti e una randa che va riparata prima di poter essere aperta totalmente. “Sapevo che qualcosa mi doveva capitare in Pacifico, altrimenti come avrei fatto a ricordare la traversata di questo oceano” ha dichiarato Tanguy.









Testa regata – Dopo essersi fatto distanziare da François Gabart di oltre 100 miglia, questa notte Armel Le Cléac´h ha recuperato qualcosa e ora naviga a circa 85 miglia da Macif. Dietro di loro Jean Pierre Dick non molla l’osso e continua la sua danza avanti e indietro: perde un miglio, ne recupera due. Ora Dick si trova a circa 380 miglia da Macif, poco dietro di lui, ma molto più a ovest, c’è Alex Thomson.

A questo punto sembra che la lotta si stia restringendo a queste due copie, François Gabart contro Armel Le Cléa´h e Jean Pierre Dick contro Alex Thomson, ma per questi ultimi due, all’orizzonte, si intravede un guasta feste, Jean Le Cam che sta macinando miglia molto velocemente accorciando sempre più la distanza che lo separa dal gruppo di testa anche se ancora molto consistente.
Ieri sera Armel Le Cléac´h ha dichiarato: “Fortunatamente le temperature si stanno alzando e siamo tornati a navigare con il sole, lentamente stiamo tirando fuori la nostra collezione primavera estate”.

Mike Golding (Gamesa)– Mike ieri ha passato Capo Horn per la sesta volta nella sua vita e risponde così a chi gli chiede del suo record: “ Mi sento molto fortunato a detenere questo record (l’unico uomo ad aver passato il capo tre volte da est a ovest e tre volte da ovest a est su di una barca a vela), ma ora sono veramente stanco”.

Javier Sansò (Acciona)- Javier a bordo di Acciona sta passando in queste ore Capo Horn dietro Akena di Arnaud Boissières che gli sta facendo da radar perché il suo non funziona più. “Dopo 60 giorni di mare siamo tutti veramente molto stanchi, - ha dichiarato alla Vendée Globe TV ieri sera – ma sono contento di essere arrivato sin qua con la barca tutta di un pezzo. Ora il mio prossimo obiettivo è quello di levarmi la barba dopo aver doppiato Capo Horn, fin tanto che si naviga nei mari freddi questa aiuta perché ti tiene caldo, ma quando la temperatura si alza, allora è tempo di radersi”.

Classifica 10 gennaio ore 9:00
1- Macif (François Gabart)
2- Banque Populaire (Armel Le Cléac´h)
3- Virbac Paprec 3 (Jean-Pierre Dick)
4- Hugo Boss (Alex Thomson)
5- SynerCiel (Jean Le Cam)
6- Gamesa (Mike Golding)
7- Mirabaud (Dominique Wavre)
8- Arnaud Boissières (AKENA Vérandas)
9- Javier Sansó (ACCIONA 100% EcoPowered)
10- Bertrand de Broc (Votre Nom Autour du Monde avec EDM Projets)
11- Tanguy De Lamotte (Initiatives-coeur)
12- Alessandro Di Benedetto (Team Plastique)