SVN logo
SVN solovelanet
lunedì 30 novembre 2020

Alex Thomson a caccia di Le Cleac’h

L’inglese torna a farsi sotto in maniera pericolosa, per Le Cleac’h 600 miglia perse in poco più di 48 ore

Abbonamenti SVN
ADV
Atlantico - Tutto da rifare. Quando Hugo Boss sembrava sparire definitivamente dallo specchietto retrovisore, il leader Armel Le Cleac’h ha subito i capricci del meteo. Un’ampia zona di transizione ha letteralmente sbriciolato il vantaggio di Banque Populaire che adesso è ridotto a poco più di 280 miglia dalle oltre 800 del passaggio di Capo Horn. Alex Thomson ringrazia e si gode il buon momento, anche perché potrebbe non durare tanto dato che a breve ci sarà da negoziare il passaggio radente, e rischioso, con l’Anticiclone di Sant’Elena.

Un’anticiclone che promette di essere dispettoso, straordinariamente ampio e molto ben posizionato nel sud Atlantico. La strada più breve per aggirarlo è il passaggio a ovest ma obbliga alla bolina nel vento leggero. Il leader sembra destinato a perdere ulteriori miglia ma dovrebbe limitare i danni e restare comunque in testa all’ingresso dell’Aliseo, a nord dell’alta pressione.

Una situazione tatticamente molto complessa, che sembra riaprire i destini di questo Vendée dopo che Armel Le Cleac’h sembrava quasi avere “ucciso” la regata lungo il Pacifico. Molto dipenderà da quanto vantaggio riuscirà a mantenere Banque Populaire: se il distacco si ridurrà fino alle 80-90 miglia, cosa possibile, Hugo Boss mure a dritta nell’Aliseo potrebbe seriamente avvicinare il leader dato che ha ampiamente dimostrato performance superiori quando naviga sul foil sano. Tutto sembra così riaprirsi e tornare in discussione in un Sud Atlantico che ha mescolato le carte ben oltre il previsto fino ad ora.

Tutto procede al meglio per il resto della flotta, nelle prossime ore a Capo Horn è atteso il passaggio di Jérémie Beyou in terza posizione.