SVN logo

Team Vestas torna in Volvo Ocean Race ma cambia nome

Il team Vestas in questa edizione della VOR avrà due main sponsor da qui il doppio nome

Abbonamenti SVN
ADV
Oslo (Norvegia) – La barca di Team Vestas, quella che nell’ultima edizione fini su di un reef disintegrandosi e fu rimessa in piedi in tempo da Persico (il cantiere italiano che partecipàò alla costruzione dei VOR 65) per l’ottava tappa della VOR, dopo un profondo refitting è pronta a ricominciare gli allenamenti ma con due grandi novità.

La prima è che al main sponsor Vestas, l’industria danese che produce pale eoliche, si è affiancato un secondo sponsor, 11th Hour Racing, la fondazione della famiglia Schmidt che si occupa della salvaguardia degli oceani agendo nel settore della vela, cosa che ha comportato il cambio del nome del team in “Team Vestas 11th Hour Racing”.

La seconda novità è che Chris Nicholson, lo skipper della scorsa edizione, è sostituito dalla coppia statunitense Charlie Enright e Mark Towill, i due skipper che già condussero la campagna di Alvimedica sempre in Volvo Ocean Race.

Il Team così rivisto correrà con doppia bandiera USA e Danese, le nazionalità dei due main sponsor.

Vesta anche ottenuto una deviazione del percorso nell’ultima fra Goteborg e L'Aja dove sarà inclusa una boa nei pressi del Dokk1 ad Aarhus, sulla costa danese.

Team Vestas 11Th Hour Racing, è la quarta barca a confermare la partecipazione alla Volvo Ocean Race quando mancano sette mesi alla partenza che avverrà il 22 ottobre prossimo. Per quanto gli organizzatori sembrino molto tranquilli sul raggiungimento degli otto team, c’è da rilevare il loro continuo sottolineare che con i nuovi monotipi VOR 65 i costi della partecipazione alla Volvo Ocean Race sono più bassi e i tempi di preparazione molto più corti, tanto che anche un team che si s questa estate potrebbe aspirare alla vittoria, un insistenza che tradisce un po’ di nervosismo.