SVN logo

Futura, la barca più Stramba del Salone di Venezia

Si chiama Futura ed è stata ideata dalla start up Stramba, la sua particolarità è l’armo a U senza il boma. La barca a vela è stata esposta al Salone di Venezia

Abbonamenti SVN
ADV
Si chiama Futura ed è stata presentata al Salone Nautico di Venezia appena concluso.

Si tratta di una barca molto particolare, un progetto che vuole coniugare alcune caratteristiche tipiche delle barche a motore con la navigazione a vela attraverso la realizzazione di un armo innovativo.

L’ideatore del progetto di questa strat up, di nome Stramba, è Daniele Mingucci, il cantiere scelto per la costruzione è invece Zuanelli sul Garda.

La particolarità dell’armo sta nell’albero a U rovesciata. La randa, che sarà simmetrica tra testa e base, correrà da un lato all’altro di questa U, andando fino in cima e ridiscendendo dall’altra parte durante i cambi di mura, tramite un sistema di paranchi manovrati dai winch di pozzetto.

Quest’armo a U funzionerà, con delle stecche nella parte bassa della randa, senza boma. Il risultato di questa soluzione fa sì che si liberi tanto spazio in coperta, che può essere sfruttato per migliorare ulteriormente il comfort di bordo.

La vela sarà murata sempre in una posizione laterale, così da lasciare tutta la tuga della barca libera, mentre a prua sarà possibile armare delle vele più tradizionali come il Code Zero.

Futura è un progetto che ha suscitato curiosità al Salone di Venezia, anche se il sistema dovrà superare i test in mare e in particolare il cambio di mure con vento forte con questa particolare soluzione per il passaggio della randa sulla U dell’albero.

La barca ha un look che ricorda quello dei moderni motorsailer, e in realtà il team di Stramba ha pensato questo progetto più come una concorrente per il mondo della barche a motore che per quello della vela.




© Riproduzione riservata