SVN logo

La Coppa America a Cagliari o a Palermo? Sognare non costa nulla

Il tifo italiano sogna già in grande e una cosa è certa: in caso di vittoria italiana contro Team New Zealand la Coppa si muoverà tra la Sardegna e la Sicilia

Abbonamenti SVN
ADV
Cresce la febbre da Coppa America in Italia dopo la vittoria della Prada Cup da parte di Luna Rossa e il tifo non può fare altro che continuare a sognare. Sognare la vittoria contro i neozelandesi con la Vecchia Brocca che arriva in Italia.

Se tutto ciò accadesse, dove porterebbe l’America’s Cup Luna Rossa? Dove la difenderebbe?

Gli scenari sono molti, anche se Max Sirena spesso è stato molto chiaro sul tema: “La casa di Luna Rossa è Cagliari ed è lì che ci siamo preparati e lì vogliamo portare la Coppa se un giorno dovessimo riuscire a vincerla”.

Cagliari allora può sognare, anche perché Luna Rossa ha un debito nei confronti del capoluogo sardo: le World Series di aprile 2020 cancellate a causa del Covid 19. In quell’occasione la città era già pronta ad accogliere un grande evento, con le strutture alberghiere che avevano fatto registrare il tutto esaurito giù molte settimane prima.

Non è la sola delusione per Cagliari, anche quando era stata ventilata la candidatura di Roma come sede olimpica Cagliari era stata individuata come campo di regata ideale, ma anche in quell’occasione l’opportunità andò in fumo.

La passione per la vela a Cagliari è enorme e un evento simile non farebbe fatica a radunare veri e propri bagni di pubblico.

Il capoluogo sardo, in caso di vittoria di Luna Rossa, non è l’unico a sperare.

Palermo, dove ha sede il Circolo della Vela Sicilia, ovvero il club che ha lanciato la sfida di Luna Rossa, sogna di potere ospitare un’eventuale tappa di avvicinamento, dato che si tratta anche della città d’origine del timoniere Francesco Bruni.

In generale tra la Sicilia e la Sardegna non mancano i campi di regata ideali per gli AC 75, Trapani può essere un altro di questi e fra l’altro nella città che si trova davanti alle isole Egadi la Coppa c’è già stata con gli ACTS di avvicinamento all’America’s Cup di Valencia.

La criticità di Trapani potrebbe essere l’altezza media dell’onda, ma si tratta di un altro spot fantastico e molte squadre delle nazionali olimpiche, sia italiane sia straniere, spesso trascorrono parte dell’inverno ospiti della cittadina siciliana.

I campi di Cagliari e di Palermo sembrano però essere più adatti alle condizioni tipiche in cui gli AC 75 possono dare il meglio di loro. Cagliari in particolare, dove il regime dominante è il Maestrale, offre con il nord ovest acqua piatta e vento teso, una situazione praticamente perfetta per regatare con i nuovi AC.

Ci sarà il tempo per decidere e valutare, ma intanto sognare non costa nulla, come ha dichiarato Checco Bruni in un’intervista al TG regionale Sicilia: “La Coppa America al Circolo della Vela Sicilia? E’ un sogno che solo a pensarci mi mette i brividi”.


© Riproduzione riservata