SVN logo

La squadra che ha sbloccato Suez interviene per salvare la Eemslift Hendrika

La compagnia Boskalis, che ha già risolto la Crisi di Suez con la Ever Given, è in azione nel Mar di Norvegia, quattro uomini si sono calati dall’elicottero a bordo della porta container alla deriva

Abbonamenti SVN
ADV
La vicenda della nave porta container Eemslift Hendrika, alla deriva nel Mar di Norvegia dentro una tempesta, resta seria. Pare che l’unità lunga 111 metri abbia perso qualcosa del suo carico in mare, che era fatto principalmente di yacht, dato che dalle ultime immagini diffuse sembra mancare qualcosa sul ponte.

A risolvere la situazione potrebbe essere la compagnia olandese Boskalis, specializzata nei soccorsi offshore alle grandi unità. Proprio la Boskalis è stata protagonista solo pochi giorni fa della risoluzione della “Crisi di Suez”, liberando la Ever Given dall’incaglio che stava paralizzando il traffico marittimo.

Gli uomini della Boskalis adesso sono chiamati a fare un’altra impresa: salire sulla nave alla deriva lanciandosi da un elicottero, riprenderne il controllo grazie all’ausilio di un potente rimorchiatore offshore, poi aspettare che il maltempo cessi e stabilizzare la situazione.

E l’operazione di salvataggio è già iniziata. Dopo un primo tentativo fallito, quattro uomini della Boskalis sono riusciti ad atterrare sulla Eemslift Hendrika lanciandosi dall’elicottero. Hanno passato un cavo collegato con il rimorchiatore Normand Drott, di proprietà della compagnia.

La nave adesso è al rimorchio, con il Normand che cerca di tenerla con la prua alle onde per non farla intraversare, cosa che rischierebbe il capovolgimento. L’obiettivo è anche quello di allontanarla dalla terra ferma, dato che con lo scarroccio la nave era arrivata a meno di 5 miglia dalla costa.

Al momento la situazione potrebbe essere quindi quasi sotto controllo, anche se la nave non è stabilizzata in modo definitivo.



© Riproduzione riservata