SVN logo
SVN solovelanet
domenica 29 novembre 2020

Lo skipper che morì due volte

Grady Stansel Jr è morto in un incidente stradale, ma si scopre che era già morto 40 anni fa

Abbonamenti SVN
ADV
Auckland, Australia – Il 78enne Dennis 'Lee' Lafferty, grande esperto di barche, velista e cacciatore di coccodrilli e pilastro della sua comunità, è morto in un incidente stradale nel Queensland in Australia dove abitava da molti anni, ma la cosa strana è che dopo l’incidente si è scoperto che quella non era la prima volta che Lafferty moriva.

A svelare il mistero la sua ex moglie che, saputo della morte dell’ex marito, ha raccontato la sua storia.

Quarant’anni fa Dennis 'Lee' Lafferty si chiamava Raymond Grady Stansel Jr ed era uno skipper americano con base in Florida dove viveva con la moglie. L’uomo oltre a portare i turisti in giro “arrotondava” le entrate trafficando marijuana dal Sud America.

Il traffico illecito lo portò alla reclusione. I poliziotti che lo arrestarono gli trovarono molti soldi, ricevute per due Rolex molto costosi e degli assegni circolari per grosse somme. Ma probabilmente i beni ritrovati dalle autorità non erano tutti gli averi di Raymond, che riuscì a pagare la cauzione di 32.000 dollari e uscire di prigione ma che, in attesa del processo, dovette depositare il suo passaporto.

Qualche giorno prima del processo, la moglie di Raymond ne denunciò la scomparsa durante un immersione.

La polizia lo diede per morto, la sua barca non venne più ritrovata e il caso venne dichiarato chiuso.

Ora la verità viene a galla dopo 40 anni, quando lo stesso uomo, con un identità diversa, a qualche decina di migliaia di miglia viene dichiarato morto per la seconda volta.