SVN logo

Il New 51 Catamaran di Fountaine Pajot sta per arrivare

Pannelli solari in abbondanza e propulsione ibrida, ecco il catamarano che andrà a sostituire il Saba 50

Torqeedo
ADV
Andrà in acqua nel 2022, ma il nuovo catamarano New 51 fa già parte del processo di cambiamento che il cantiere Fountaine Pajot sta imprimendo alla sua gamma. Un rinnovamento che prima di tutto passa dalla produzione di barche ecologicamente sostenibili, come l’annuncio della produzione nel 2022 del primo Samana 59 alimentato a idrogeno, proprio come sarà questo nuovo 51 piedi che andrà a sostituire il Saba 50, cat che ha avuto un buon successo.

Il progetto è stato affidato al team che già ha più volte lavorato con Fountaine, ovvero il Berret-Racoupeau Design. Osservando i primi disegni diffusi della barca si nota come tutta la zona superiore, quella del cosiddetto fly bridge, è stata contornata dai pannelli solari.

Questo è uno dei particolari chiave di questo progetto che, insieme alla propulsione ibrida (che non è stata ancora svelata), garantirà al nuovo 51 piedi la possibilità di produrre più energia di quella che consumerà.

Definire il ponte superiore solo come un fly bridge sarebbe riduttivo, dato che si tratta a tutti gli effetti di un’ulteriore zona living della barca, e non solo un ponte dove sono state installate le manovre e la timoneria. Il disegno della tuga, che è dotata di una finestratura continua, donerà agli interni la luminosità necessaria per renderli vivibili e confortevoli, anche per lunghe crociere a bordo.

Per soddisfare il maggior numero di persone e i vari gusti dei crocieristi, il New 51 sarà disponibile in 4 diversi layout. Ogni cabina avrà la propria area bagno, compresa la versione a 6 cabine, prima sul mercato dei catamarani per un modello da 51 piedi.

Lunghezza fuori tutto 15,84 mt
Larghezza 8,08 mt
Dislocamento 18.0000 kg
Pescaggio 1,3 mt

© Riproduzione riservata