NSS CalaSardi
ADVERTISEMENT
NSS CalaSardi
ADVERTISEMENT
giovedì 7 luglio 2022
NSS CalaSardi
  breaking news

Marinaio ucraino cerca di affondare superyacht di un oligarca russo

La guerra si combatte in molti modi, un marinaio russo pieno di rabbia per l’attacco della Russia all’Ucraina cerca di affondare il superyacht dell’oligarca russo Alexander Mijeev, un produttore di armi

Lady Anastasia, lo yacht dell'oligarca russo Alexander Mijeev
Lady Anastasia, lo yacht dell'oligarca russo Alexander Mijeev
Il gesto di un meccanico ucraino ai danni di un oligarca russo, lo yacht ha un valore di 7 milioni di euro

Il fatto è accaduto a Maiorca, Isole Baleari, nel Port Adriano lo scorso weekend. Un uomo, identificato dalle forze dell’ordine come D. Taras O., un marinaio ucraino di 55 anni specializzato come meccanico sui megayacht, ha cercato di affondare, e c’è quasi riuscito, un superyacht di un oligarca russo.

Si tratta del Lady Anastasia, lungo 47,73 metri e largo 8,5, varato nel 2001, valutato circa 7 milioni di euro e appartenente a Alexander Mijeev, russo, amministratore delegato della Rosoboronexport, società statale produttrice di armi.

L’uomo pare abbia sabotato alcune prese a mare della barca, in sala macchine e in altre zone, staccato l’impianto elettrico e chiuso i rubinetti del gasolio in modo che non ci fosse pericolo d’incendio, e informato delle sue intenzioni il resto dell’equipaggio invitandolo ad abbandonare il Lady Anastasia. Gli uomini a bordo, quando si sono resi conto di quanto stava accadendo, hanno attivato le pompe e chiesto soccorso.

La barca ha iniziato ad imbarcare acqua ma, grazie al fondale con una profondità contenuta del porto, non è affondata del tutto adagiandosi sulle pietre, ma riportando comunque dei danni definiti come significativi dalle forze dell’ordine.

Dietro il gesto dell’uomo ci sarebbe la sua voglia di vendetta per quello che sta succedendo tra Russia e Ucraina.

Dopo essere stato arrestato D. Taras O. ha subito ammesso la sua colpa e ha dichiarato di averlo fatto perché Alexander Mijeev è uno di quegli uomini che sta facendo soldi sulla vita dei suoi compatrioti che ogni giorno muoiono sotto le bombe che, probabilmente lui ha venduto a Putin.

“Ho visto in TV alcune fasi degli attacchi a Kiev c’era un elicottero che bombardava un edificio e quelle armi sono state prodotte dal proprietario di questo yacht, stavano attaccando degli innocenti” ha dichiarato l’autore del tentato affondamento.

L’uomo è stato rilasciato ed è in attesa di processo, ma ha manifestato senza indugi la sua intenzione di lasciare la Spagna per tornare in Ucraina e unirsi alle forze nazionaliste per la difesa del suo paese.

© Riproduzione riservata

Puntocospicuo Puntocospicuo Puntocospicuo
ADVERTISEMENT

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere connesso con il mondo della vela e non perderti i nostri articoli, video e riviste, iscriviti alla nostra newsletter!

Iscriviti

CATEGORIE ARTICOLI