SVN logo

In Turchia la vela protesta

In seguito agli scontri di piazza a Istanbul e alla violenta repressione da parte della polizia, gli organizzatori hanno annullato l’American Express Bosphorus

Abbonamenti SVN
ADV
Istanbul – Nelle piazze e nelle strade di Istanbul c’è fermento. Gli studenti protestano e scendono in piazza, la polizia risponde e uccide due persone. I moti di Istanbul lasciano sorpresa un’Europa che non aveva bisogno di altre cattive notizie.

In tutto questo la vela prende posizione e la regata American Express Bosphorus Cup, dopo dodici anni, per la prima volta viene annullata, e gli equipaggi esprimono la loro solidarietà per i manifestanti e protestano.

Gli armatori delle barche che avrebbero dovuto partecipare alla regata che sarebbe dovuta iniziare il 30 maggio e finire il 2 giugno, hanno deciso di mostrare in modo tangibile la loro solidarietà con chi è sceso in piazza e il loro dissenso per una repressione violenta che riporta l’immagine della Turchia agli anni passati.

Per farlo, le barche hanno sfilato per il Bosforo vicino alle due coste, quelle dell’Europa e quelle dell’Asia, esponendo cartelli di protesta a grandi scritte cubitali.

E’ stato bello vedere ancora una volta come lo sport, qualunque esso sia, sia fautore di valori di solidarietà che trascendono dalle manifestazioni agonistiche stesse.

bosphoruscup.org