SVN logo

Pirati fanno causa alla Francia per danni e vincono

Nove pirati arrestati in Somalia e trattenuti per 48 ore in più del dovuto fanno causa

Abbonamenti SVN
ADV
Parigi – Lo stato di diritto ha le sue regole e queste funzionano perché sono uguali per tutti. La corte francese, nel rispetto delle regole, ha così accolto l’istanza degli avvocati di un gruppo di pirati somali che nel 2008 avevano abbordato prima uno yacht di 290 piedi e rapito 30 membri dell’equipaggio e successivamente una barca a vela di 50 piedi e rapito l’equipaggio.

Per la liberazione degli ostaggi furono pagati un totale di 4 milioni di euro. Ma dopo il rilascio degli ostaggi le forze speciali francesi avevano dato la caccia ai pirati e li avevano arrestati in Somalia.

I pirati erano stati arrestati in due gruppi distinti in due operazioni differenti. Il primo gruppo è stato trattenuto per 48 ore e poi incriminato e portato in Francia per il processo, mentre il secondo è stato trattenuto per ulteriori 48 ore prima di essere portato davanti al giudice.

Gli avvocati dei pirati hanno contestato quelle ulteriori 48 ore di fermo non previste dal regolamento per la difesa dei diritti umani della Comunità Europea.

Ai pirati sono stati riconosciuti risarcimenti tra i 7.000 e i 9.000 euro a persona.

Il processo per pirateria va avanti.